pioggia maltempo
pioggia maltempo
attualità

Maltempo, forse Ferragosto salvo... ma si teme per la grandine

I temporali stanno investendo il nord Italia, poi investiranno le regioni del Sud

In Puglia il maltempo dovrebbe arrivare solo a partire dalla sera. Il tradizionale barbecue o la gita fuori porta sono salvi. Eppure, al netto della scampagnata, la preoccupazione resta per il rischio grandinate. L'allerta maltempo e grandine di Ferragosto, diramata dalla Protezione Civile, mette a rischio i vigneti dove è appena iniziata la vendemmia, partita con attese ottimistiche per quantità delle uve e qualità produttiva. E' il grido d'allarme di Coldiretti: La grandine - ricorda l'organizzazione agricola - è uno dei eventi più temuti nei campi e rischia di abbattersi su una vendemmia prevista con una produzione complessivamente in aumento tra 10% e il 20% con circa 46/47 milioni di ettolitri rispetto ai 40 milioni dello scorso anno.

Come per le stime, anche gli allarmi sono a macchia di leopardo perche' ogni appezzamento vitato e' una storia a se', e il microclima, la qualita' del suolo e dei vigneti, il pendio determinano fortune e sfortune di ogni annata. Per domani precipitazioni diffuse, localmente anche molto intense e accompagnate da grandinate, fulmini e forti raffiche di vento potranno interessare, dopo la Liguria, anche Emilia Romagna, Veneto, Toscana, Lazio ed Umbria. Martedi' la perturbazione riguardera' Levante Ligure, Lombardia, Nord Est e Regioni centrali con rovesci e temporali a tratti anche forti. La tendenza poi andra' verso il peggioramento ad iniziare da Campania, Molise e alta Puglia dalla sera.

Da Nord a Sud della Penisola, precisa la Coldiretti, per la raccolta si parte tradizionalmente con le uve Pinot e Chardonnay fino a settembre ed ottobre con la raccolta delle grandi uve rosse autoctone Sangiovese, Montepulciano, Nebbiolo e che si conclude a novembre con le uve di Aglianico e Nerello. Il tutto in un 2018 che registra il record storico delle esportazioni di vino Made in Italy con un aumento del 5,9% rispetto allo scorso anno quando - continua la Coldiretti - avevano raggiunto su base annuale i circa 6 miliardi di euro.

L'ondata di maltempo prevista sull'Italia, sottolinea ancora Coldiretti, rischia di creare problemi alle coltivazioni gia' colpite dal maltempo con oltre mezzo miliardo di danni dall'inizio dell'anno per effetto dei cambiamenti climatici in atto che si sono manifestati con la piu' elevata frequenza di eventi estremi e sfasamenti stagionali, precipitazioni brevi ed intense ed il rapido passaggio dal caldo alle tempeste.
  • maltempo
Altri contenuti a tema
1 Danni da gelate, da Forza Italia proposta di agevolazioni finanziarie per le aziende pugliesi Danni da gelate, da Forza Italia proposta di agevolazioni finanziarie per le aziende pugliesi I danni del maltempo: 90 mila ettari devastati e circa 300 milioni di prodotto andato in fumo
Maltempo, è ancora allerta arancione Maltempo, è ancora allerta arancione Piogge previste per oggi e parte di domani
Maltempo, allerta arancione per le prossime 24-36 ore Maltempo, allerta arancione per le prossime 24-36 ore La prima perturbazione autunnale ha fatto la sua comparsa sulle regioni del Sud
Il clima tropicalizzato provoca danni alla colture Il clima tropicalizzato provoca danni alla colture L'allarme di Coldiretti
Maltempo alle porte, domani previsti temporali anche al Sud Maltempo alle porte, domani previsti temporali anche al Sud Veloce perturbazione con calo delle temperature
Puglia martoriata dal maltempo, Cia: «Serve un nuovo fondo nazionale» Puglia martoriata dal maltempo, Cia: «Serve un nuovo fondo nazionale» Necessario prevedere un più ampio accesso alla copertura assicurativa per le imprese agricole danneggiate da eventi atmosferici
Nel week-end tornano i temporali Nel week-end tornano i temporali Grosse grandinate, nubifragi e trombe marine
Maltempo e bombe d'acqua, ancora danni per l'agricoltura in tutta la Puglia Maltempo e bombe d'acqua, ancora danni per l'agricoltura in tutta la Puglia Coldiretti chiede l'intervento del Governo e della Regione
© 2001-2018 TerlizziViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TerlizziViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.