rifiuti
rifiuti
Attualità

Tassa rifiuti, mazzata che vale +20%

Il Pd aveva proposto di spalmare la Tari al 2016

Si vivono giornate difficili presso gli sportelli tributi del comune e i borbottii sono la colonna sonora che fa da accompagnamento. Al disagio delle lunghe file, si aggiunge infatti la beffa di una tassa rifiuti aumentata quest'anno quasi del 20 per cento. Se, infatti, per l'anno 2014 la Tari per un'abitazione di 80 metri quadri ammontava a circa 207 euro, quest'anno la tassa sui rifiuti è salita a circa 240 euro. La mazzata fiscale ha colpito tutte le utenze, non solo quelle domestiche: per gli esercizi commerciali si passa da 10,79 euro al metro quadro a 12,89 euro; per gli studi professionali da 6,53 a 7,80 euro; per le attività industriali da 15,31 a 18,29 euro e così via.

«L'amministrazione non ha discrezionalità nella scelta di questa tassa — aveva spiegato il sindaco Ninni Gemmato in consiglio comunale — per legge il gettito fiscale totale della Tari deve essere sufficiente a coprire totalmente il costo del servizio». Costo che infatti è aumentato. Secondo il piano finanziario approvato in aula l'estate scorsa, la spesa per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti nel 2015 è di 4,2 milioni di euro rispetto ai 3,4 milioni circa dell'anno prima. Un salasso che lo stesso primo cittadino aveva giustificato con l'aumento dei costi di trasporto in discarica e con l'avvio della raccolta differenziata porta a porta previsto il 1° novembre scorso. Secondo una stima tecnica, infatti, solo il costo per l'avvio del porta a porta ammonterebbe a 360 mila euro. Avvio che però di fatto non c'è ancora stato, dato che la data di inizio del porta a porta è stata rinviata a febbraio prossimo.

Per questo i malumori agli sportelli comunali si sono trasformati in polemica politica. Il Partito Democratico aveva fatto una proposta affinché l'amministrazione, prendendo atto di non essere riuscita a far partire la raccolta porta a porta come previsto, rivedesse la percentuale dell'aumento Tari e la spalmasse nell'anno 2016. Ma l'amministrazione è andata avanti per la sua strada, scegliendo di aumentare la tassa rifiuti.
Elezioni Amministrative 2022
Candidati sindaco
Candidati al consiglio comunale
  • Terlizzi
  • tari
  • tassa rifiuti
Altri contenuti a tema
Terlizzi prima città pugliese a monitorare sempre la qualità dell’aria Terlizzi prima città pugliese a monitorare sempre la qualità dell’aria Presentato ufficialmente il progetto “Buongiorno Sindaco”. Sarà candidato all’Oscar della Salute Città Sane del 2022
TARI, a Terlizzi sconto del 40% sulle attività colpite dall’emergenza pandemica TARI, a Terlizzi sconto del 40% sulle attività colpite dall’emergenza pandemica Gemmato: «Riduzione che abbiamo già introdotto l’anno scorso»
Terlizzi aderisce ad un progetto per attrarre visitatori internazionali Terlizzi aderisce ad un progetto per attrarre visitatori internazionali Lo hanno chiamato "ReglPorts" e si prefigge l'obiettivo di portare turisti nautici dal mare all'entroterra
Terlizzi da oggi in zona gialla: ecco cosa cambia Terlizzi da oggi in zona gialla: ecco cosa cambia Le principali novità dopo l'ok del Ministero della Salute
Terremoto di magnitudo 2.5 a 4 km da Terlizzi Terremoto di magnitudo 2.5 a 4 km da Terlizzi La scossa è stata avvertita lievemente solo da una minima parte della popolazione. Nessun danno a cose o persone
Vince Procida, Bari non sarà Capitale della Cultura 2022. Una beffa anche per Terlizzi Vince Procida, Bari non sarà Capitale della Cultura 2022. Una beffa anche per Terlizzi Svanita la possibilità di rendere la Città Metropolitana ulteriormente attrattiva per flussi turistici qualificati
Qualità della vita: l'Area Metropolitana di Bari in difficoltà nell'anno del Covid Qualità della vita: l'Area Metropolitana di Bari in difficoltà nell'anno del Covid Crollano le iscrizioni delle nuove imprese ed il Pil pro capite. In aumento tasso di mortalità e numero richiedenti reddito di cittadinanza
Strade deserte: Terlizzi in zona arancione è spettrale (FOTO) Strade deserte: Terlizzi in zona arancione è spettrale (FOTO) Secondo fine settimana dopo l'entrata in vigore del nuovo DPCM. Attività chiuse, in giro solo qualche ragazzino incosciente
© 2001-2022 TerlizziViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TerlizziViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.