Puliamo Terlizzi
Puliamo Terlizzi
Vita di città

Nuova protesta di Puliamo Terlizzi: i rifiuti raccolti saranno lasciati nel centro urbano

Si acuisce il dissenso per l'inerzia dell'Amministrazione Gemmato

Di seguito il comunicato stampa di Puliamo Terlizzi.

«I rifiuti raccolti e differenziati dai cittadini durante le operazioni di pulizia volontaria delle aree periferiche e rurali del territorio comunale, previa comunicazione a Sindaco, Polizia Locale e Sanb, saranno lasciati in bella vista nel centro urbano.

Meno interventi, più impatto, più sensibilizzazione e, se non dovesse bastare, interessamento delle autorità sovraordinate a quelle comunali. Questo è quanto molto sinteticamente accadrà nelle prossime settimane per risvegliare la coscienza civica dei cittadini e richiamare l'Amministrazione Comunale e la nuova Società in house che gestisce la raccolta dei rifiuti alle proprie funzioni e responsabilità.

Sono difatti passati circa sette anni e mezzo, quasi novanta mesi, da quando i primi cittadini volontari hanno cominciato a svuotare dapprima la Traiana e la Padula e poi l'intero territorio cittadino da centinaia di tonnellate di rifiuti. I nostri volontari attraverso il progetto "Che aria tira" sono altresì impegnati giornalmente nel monitoraggio, nella segnalazione e nel contrasto dei roghi tossici.

Puliamo Terlizzi ha compiuto duecentotrentatre interventi ufficiali di bonifica, nel totale molti di più. Un numero e una "qualità del servizio" senza eguali in Italia. Senza l'impegno settimanale di decine di cittadini speciali l'area periurbana di Terlizzi sarebbe una discarica diffusa.

E se, da una parte, questo immane ininterrotto lavoro di pulizia e info-sensibilizzazione ha rotto l'assuefazione di una parte consistente di cittadini verso il degrado, ha trasformato in giardini decine di aree storicamente sepolte dai rifiuti, ha evitato che per le strade di campagna dovessero intervenire gli spazzaneve per ripristinare la circolazione a causa delle migliaia di sacchi di spazzatura e ingombranti, dall'altra – incredibilmente - non è bastato a portare chi riveste ruoli politici e gestionali a fare il suo dovere per risolvere definitivamente o quanto meno tentare di porre un freno ad una emorragia che non è solo degrado ambientale e rischio per la salute, ma anche e soprattutto deriva civica, sociale, legata alla incapacità di un Comune di far rispettare le regole e salvaguardare i Beni Comuni: la terra, l'aria, l'acqua, il paesaggio, la vita delle persone, il futuro delle nuove generazioni.

Eppure da parte nostra la collaborazione non è mai mancata, le proposte tese a migliorare l'attuale sistema di porta a porta per prevenire a monte i fenomeni che a valle ne scaturiscono, sono arrivate a più riprese.

Dalle campagne informative alla proposta dei punti di raccolta periferici aperti h24 videosorvegliati; abbiamo un faldone pieno di lettere, esposti, proposte senza risposta.

In questi anni abbiamo continuamente richiamato il primo cittadino all'ascolto, alla riflessione e al confronto su un certo numero di tematiche ambientali.

Nessuna apertura, nessuna convocazione. Evidentemente siamo stati troppo morbidi e poco incisivi. Ci siamo concentrati sul fare, chini a liberare la terra che viene continuamente violentata, senza che ci sia mai stato un riconoscimento istituzionale e, anzi, a tratti ostracizzati.

Adesso basta! Ci dovranno ascoltare, il muro di gomma dovrà ascoltare l'urlo di insofferenza nostro e di tutti quei cittadini che compiendo il loro dovere meritano una città migliore».

PULIAMO TERLIZZI
  • Puliamo Terlizzi
Altri contenuti a tema
Nuovo intervento dei giovani di Puliamo Terlizzi nella zona del campo sportivo Nuovo intervento dei giovani di Puliamo Terlizzi nella zona del campo sportivo Domenica scorsa riempiti circa venti bustoni di immondizia abbandonata
Davide, Giuseppe e Nicolò: i tre giovani moschettieri ambientali di Puliamo Terlizzi Davide, Giuseppe e Nicolò: i tre giovani moschettieri ambientali di Puliamo Terlizzi Domenica scorsa la pulizia dei giardini nei pressi dell'asilo "Arcobaleno"
Puliamo Terlizzi chiede sostegno per l'acquisto di un drone con videocamera termica Puliamo Terlizzi chiede sostegno per l'acquisto di un drone con videocamera termica La campagna di crowfunding avviata su un portale specializzato
Maxi incendio, Puliamo Terlizzi: «Ci lascia sgomenti il silenzio dell'Amministrazione» Maxi incendio, Puliamo Terlizzi: «Ci lascia sgomenti il silenzio dell'Amministrazione» Ancora ignota la dinamica del rogo avvenuto sulla via Traiana, probabilmente appiccato da ignoti poco prima
PuliAmo Terlizzi in azione nella zona di via Vecchia Sovereto PuliAmo Terlizzi in azione nella zona di via Vecchia Sovereto Il quindicenne Giuseppe De Nicolo ha ripulito l'area dai rifiuti
Cosa succede dopo il tramonto? Il video di PuliAmo Terlizzi Cosa succede dopo il tramonto? Il video di PuliAmo Terlizzi La denuncia filmata dell'associazione ambientalista che sollecita le istituzioni a fare la loro parte
Diversi roghi appiccati in contrada Pozzo Schettino, zona Gurgo e Pozzo Soldano (VIDEO) Diversi roghi appiccati in contrada Pozzo Schettino, zona Gurgo e Pozzo Soldano (VIDEO) Puliamo Terlizzi:«Attivare Commissione d'inchiesta sui roghi tossici e task force»
Abbandono rifiuti: al via la campagna di PuliAmo Terlizzi Abbandono rifiuti: al via la campagna di PuliAmo Terlizzi Tutte le info utili per evitare che il nostro territorio diventi una discarica
© 2001-2020 TerlizziViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TerlizziViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.