sindaco . ninni gemmato
sindaco . ninni gemmato
Politica

Gemmato: «Nessuna revoca dal Ministero alla dottoressa Panzini»

La replica del Sindaco a quanto pubblicato anche dalla nostra testata ed alle accuse degli oppositori

Il Sindaco di Terlizzi, Ninni Gemmato, ha inteso replicare ad alcuni articoli di stampa, compreso il nostro, che avevano riportato un parere del Ministero dell'Interno sul caso relativo alla nomina della dott.ssa Francesca Panzini a revisore dei conti del Comune di Noci. Secondo il movimento politico di opposizione, l'autorizzazione concessa dal Comune di Terlizzi a ricoprire quel ruolo nonostante una condanna in primo grado, sarebbe un atto grave.
Il primo cittadino ha inteso quindi replicare con una nota stampa alle testate giornalistiche ed ha precisato alcuni passaggi, rintuzzando gli attacchi degli oppositori e rispondendo con tono perentorio. Vi riproponiamo quasi integralmente quanto giuntoci in redazione dall'Ufficio Stampa del Comune con la sola omissione da parte nostra di un riferimento ai colleghi di altra testata che la deontologia ci impone di non riportare.

Il Ministero dell'Interno non ha revocato la nomina della dottoressa Francesca Panzini a revisore dei conti del Comune di Noci, né lo stesso parere ministeriale contraddice l'autorizzazione concessa dal Comune di Terlizzi alla stessa dirigente [...].
È dunque necessario precisare quanto segue:
La dottoressa Francesca Panzini è stata sorteggiata proprio dal Ministero degli Interni (dalla Prefettura di Bari) in particolare, quale componente del collegio dei Revisore dei Conti presso il Comune di Noci;
Trattasi di incarico di natura prettamente professionale, legato ai titoli e alle specializzazioni della stessa dottoressa Panzini;
L'autorizzazione a svolgere incarico presso un altro ente, concessa dal Comune di Terlizzi alla stessa professionista, è un atto del tutto legittimo e coerente con le norme di legge. Tanto più che a sorteggiare il nome della dottoressa Francesca Panzini era stata la stessa Prefettura, notoriamente diramazione territoriale del Ministero degli Interni;


L'autorizzazione concessa a un dipendente a svolgere incarichi presso altri enti è un atto del tutto ordinario, già concesso di recente ad altri dipendenti comunali;
Il recente parere del Ministero dell'Interno, compulsato dal Comune di Noci, è appunto un mero parere che non ha nulla a che vedere con l'amministrazione comunale di Terlizzi, né contraddice l'atto firmato dal sindaco. Al limite verrebbe da dire che il Ministero smentisce se stesso. Tale parere, peraltro, si basa su fattispecie che siano passate in giudicato, dunque nemmeno corrispondenti al caso della dottoressa Panzini.
Elencate tali precisazioni, seppur sommariamente, risulta davvero incredibile comprendere che cosa c'entri tutta questa storia con Terlizzi, con la città, con i terlizzesi è con le tante cose da fare per la crescita della città [...].
Nel massimo rispetto del diritto di cronaca e della libertà di opinione, è altrettanto lecito attendersi da parte degli organi di informazione la verifica dei fatti, oltre che un contraddittorio rispetto alle affermazioni altrui e un approfondimento serio degli atti in questione.
Che cosa pretendono di dimostrare certi consiglieri ossessionati? Perché si affannano con le solite insinuazioni?
È incredibile come l'ossessione di certi consiglieri comunali diventi una notizia. E' increscioso come una vicenda meramente amministrativa che riguarda il Ministero dell'Interno, la Prefettura e il Comune di Noci diventi l'ennesimo pretesto per confondere le acque, insinuare, offendere, intorbidire, dire e non dire, lasciare che la gente creda ciò che non è. Basta con questo linciaggio mediatico. La gente non ne può più di rancore, odio e disonestà intellettuale.

Basta con la caccia alle streghe, basta con le fake-news a mezzo stampa, basta con il fango sui social, basta con la giustizia fai-da-te, basta con gli statisti della tastiera, basta con la cultura del sospetto.

Le sfide che ci interessano, e che interessano la città, sono quelle dello sviluppo economico, della sicurezza, della civile convivenza, dei giovani che qui al Sud provano a inventarsi un futuro, della valorizzazione delle scuole, del rifacimento delle strade, dell'impianto di videosorveglianza, dei lavori pubblici in corso, della gestione dei rifiuti, dell'ospedale che questa sinistra scellerate ha mandato al macero, dei lavoratori del Mercatone Uno che attendono ancora risposte da Governo e Regione Puglia. Su questi temi sfidiamo la sinistra. Le ossessioni dei soliti sfigati non interessano più a nessuno.

NINNI GEMMATO
  • Ninni Gemmato
Altri contenuti a tema
Un milione e 900 mila euro per la rigenerazione urbana sostenibile di Terlizzi Un milione e 900 mila euro per la rigenerazione urbana sostenibile di Terlizzi Gemmato: «Grazie alla nostra straordinaria capacità di programmazione»
Conclusi i lavori a fogna bianca, caditoie e manto stradale in via Cappella dei Chicoli Conclusi i lavori a fogna bianca, caditoie e manto stradale in via Cappella dei Chicoli Gemmato: «Erano tra i più attesi e ce l'abbiamo fatta»
1 Sospesa assistenza spirituale al "Sarcone, Gemmato ad Emiliano: «Ripristini oggi stesso la convenzione» Sospesa assistenza spirituale al "Sarcone, Gemmato ad Emiliano: «Ripristini oggi stesso la convenzione» Una dura nota del Sindaco sull'incredibile fatto venuto alla luce dopo un comunicato dei sindacati
Sanità, Gemmato: «Emiliano venga in Consiglio comunale a parlare di salute e programmazione» Sanità, Gemmato: «Emiliano venga in Consiglio comunale a parlare di salute e programmazione» Il primo cittadino cerca risposte per i pazienti terlizzesi e molfettesi
Impianti rifiuti al collasso, Gemmato: «Scenario aberrante» Impianti rifiuti al collasso, Gemmato: «Scenario aberrante» Il commento del Sindaco alla decisione dell'Ager Puglia di far conferire i rifiuti terlizzesi per un mese e mezzo a Cerignola
Scuola "Pacecco", Gemmato si scusa con le famiglie e sollecita la ditta esecutrice dei lavori Scuola "Pacecco", Gemmato si scusa con le famiglie e sollecita la ditta esecutrice dei lavori Una nota per spiegare l'accaduto, prendersi le responsabilità del caso e chiedere di capire alla svelta quali siano i problemi
Consiglio comunale, via libera al nuovo regolamento edilizio Consiglio comunale, via libera al nuovo regolamento edilizio Si punta sempre più all'ecosostenibilità. La soddisfazione di Gemmato e Chapparino
Prevenzione rischio idraulico: scavato un canalone vicino alla Terlizzi-Mariotto Prevenzione rischio idraulico: scavato un canalone vicino alla Terlizzi-Mariotto Convoglierà le acque piovane dal cimitero comunale
© 2001-2019 TerlizziViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TerlizziViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.