Ulivi infetti
Ulivi infetti

Xylella e gelate, Coldiìretti: tutta la Puglia si mobilita

“Lo scaricabarile è quotidiano, l’abbandonare la nave, pure"

Di fronte ad una emergenza olivicola in Puglia senza precedenti la mobilitazione della Coldiretti continua per sostenere i necessari provvedimenti fino a quando non saranno assunti ed operativi. Dopo le convocazioni d'urgenza della Giunta e del Consiglio di Coldiretti Puglia e il Consiglio di Coldiretti Bari allargato che si è tenuto ad Andria, lunedì prossimo, 4 febbraio a Palazzo Dogana a Foggia si terrà l'Assemblea di Coldiretti Foggia per tenere alta la tensione. "Per affrontare l'emergenza servono interventi per consentire ai produttori duramente colpiti dalle gelate e dalla Xylella di ripartire con un adeguato coordinamento istituzionale tra il livello regionale e quello nazionale" afferma il presidente della Coldiretti regionale, Savino Muraglia nel denunciare "i gravi ritardi accumulati in 5 anni nella programmazione degli interventi per fermare la Xylella fastidiosa in Puglia e nella richiesta di stato di calamità per le gelate". Martedì a Lecce si terrà il Consiglio allargato della Coldiretti del Salento.
"Che nessuno sposti l'attenzione sulle responsabilità di chi ha avuto tempo di agire e non l'ha fatto, a chi oggi deve porre rimedio a minuto zero", ha detto Savino Muraglia, presidente regionale di Coldiretti. "Lo scaricabarile è quotidiano, l'abbandonare la nave, pure, quando è evidente che non c'è più tempo da perdere. Dalla inarrestabile strage provocata dalla Xylella alle gelate, dai disastrosi eventi estremi all'invasione di olio straniero a dazio zero al falso Made in Italy fino ai cambiamenti climatici – conclude il presidente Muraglia - sono alcune delle criticità da affrontare per salvare un settore strategico per la salute dei cittadini, il presidio del territorio, l'economia e l'occupazione nel settore olivicolo che rappresenta il volano dell'economia agricola pugliese".


  • xylella
Altri contenuti a tema
Le associazioni agli enti pubblici: «Solo 10 giorni per i trattamenti anti-Xylella» Le associazioni agli enti pubblici: «Solo 10 giorni per i trattamenti anti-Xylella» L'Amministrazione di Terlizzi spronata ad operare in fretta per scongiurare il proliferare della "sputacchina"
Xylella, La Corrente: «Comune di Terlizzi promuova iniziative per divulgare buone pratiche» Xylella, La Corrente: «Comune di Terlizzi promuova iniziative per divulgare buone pratiche» Una nota del movimento civico pone l'attenzione sull'importanza della prevenzione nella diffusione del vettore
La Xylella avanza: le richieste di Oliveti Terra di Bari La Xylella avanza: le richieste di Oliveti Terra di Bari Si punta a sensibilizzare ulteriormente gli agricoltori, coinvolgendo i comuni. Importanti le arature obbligatorie ed trattamenti fitosanitari
Oliveti Terra di Bari chiede chiarezza sul focolaio di Xylella nella Bat Oliveti Terra di Bari chiede chiarezza sul focolaio di Xylella nella Bat Sicolo: «Istituzioni dispongano interventi drastici per salvare il più grande patrimonio olivicolo mondiale»
Xylella a Canosa: Coldiretti Puglia mette sotto accusa barriere "colabrodo" Xylella a Canosa: Coldiretti Puglia mette sotto accusa barriere "colabrodo" In apprensione il comparto olivicolo terlizzese e di tutto il Nord Barese, tra i maggiori produttori oleari in Italia
1 Xylella, focolaio in un vivaio di Canosa. In allerta il comparto olivicolo di Terlizzi Xylella, focolaio in un vivaio di Canosa. In allerta il comparto olivicolo di Terlizzi Spagnoletti Zeuli: «Si può circoscrivere, Regione Puglia non perda tempo»
Xylella, la sputtachina percorre fino a 400 metri Xylella, la sputtachina percorre fino a 400 metri Il risultato di uno studio condotto dalle Università di Torino e di Brescia, il CRSFA di Locorotondo e l'IPSP del CNR di Bari e Torino
La Xylella arriva nella ex provincia di Bari La Xylella arriva nella ex provincia di Bari Cinque ulivi infetti a Locorotondo. Coldiretti Puglia accusa l'Unione Europea e le politiche nazionali
© 2001-2021 TerlizziViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TerlizziViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.