La
La "don Bosco"
Eventi e cultura

Un convegno di studi alla "San Giovanni Bosco" su Michele Gargano

Al "Precursore di modernità" dedicate due giornate

Elezioni Regionali 2020
Urbanisticamente agli antipodi del I Circolo didattico, gli edifici che ospitano il Secondo circolo didattico, a lungo denominati "scuola elementare di via Millico" e finalmente intitolati a San Giovanni Bosco, rispondono al forte incremento demografico degli anni Cinquanta. Della scuola primaria "don Bosco" ricorre infatti il 60° anniversario di posa della prima pietra: occasione propizia per riflettere sull'innovativa struttura "a misura di bambino" pensata dall'architetto Michele Gargano nel 1959.

La progettazione riflette la volontà di modulare quasi una città in miniatura, priva di barriere architettoniche, sviluppata a grappolo, con elementi moltiplicatori di relazione e soprattutto immersa nella natura, non a caso ubicata sul terreno di precedenti coltivazioni orticole prossime alla pionieristica coltivazione del garofano, e ricca di soluzioni in anticipo di almeno un decennio rispetto all'analogo esistente in altre aree del Paese: un seme pensato e gettato, insomma, come paradigma di modernità, e offerto allo sviluppo urbanistico del territorio.

"Michele Gargano precursore di modernità" sarà dunque il tema del Convegno programmato per oggi e domani, 30 e 31 maggio, negli spazi della Scuola "Don Bosco", promosso dal Centro studi Architetto Michele Gargano e dal II Circolo didattico, con il patrocinio di enti istituzionali e professionali: Regione Puglia, Comune di Terlizzi, Ordine degli Architetti e degli Ingegneri della provincia di Bari. E con il sostegno di numerosi e qualificati sponsor.

L'evento si articolerà in due giornate di studio a carattere scientifico, accompagnate dall'esito di numerosi laboratori didattici animati dagli insegnanti, in cui spazierà la creatività e il desiderio innovativo degli alunni. L'intento è d'incrementare la giusta consapevolezza sul valore dell'opera architettonica e di preservarla, potenziando anzi la struttura con nuove opportunità in favore dei giovani fruitori.

Ampio il percorso di approfondimento della figura dell'Architetto e della sua "creatura": affidato a Renato Brucoli del Centro Studi Gargano, Antonio Iuliano sociologo, Giuseppe Pappagallo ricercatore CNR, Lorenzo Netti, docente presso la Facoltà di architettura del Politecnico di Bari, Davide Vargas architetto ed editorialista de La Repubblica, Maria Raffaella Lamacchia dirigente del Dipartimento istruzione della Regione Puglia. Piero Ricci, presidente dell'Ordine dei giornalisti della Puglia, modererà il dibattito, introdotto dai saluti istituzionali di Ninni Gemmato, sindaco di Terlizzi, Lucrezia Chiapparino, Assessora alla Cultura, Giuseppe Monopoli, dirigente scolastico "don Bosco", Elisa Cataldi, presidente del consiglio di circolo e Raffaele Piccolomini, presidente del Centro Studi Gargano.

"Dall'orto al vivaio culturale: il progetto Gargano visto dai bambini" è invece il tema generatore delle attività di laboratorio esposte nella mostra diffusa che, muovendo dall'Aula magna della Scuola, si dipanerà lungo le pensiline e i padiglioni. I giovani alunni della primaria Don Bosco riprodurranno in più plastici l'architettura che li ospita, per favorire la conoscenza tattile di ipovedenti e non vedenti, attribuiranno un'icona floreale a ciascun padiglione, suggeriranno la nuova colorazione delle pareti esterne, scopriranno le piante del giardino, di cui presenteranno una nuova riconfigurazione con l'apporto dell'ingegnere del verde e il corredo di ceramica locale, recupereranno la memoria storica degli ex alunni intervistandoli con la collaborazione di Wonderadio, che collabora alla promozione dell'evento insieme a Presidi del Libro e Intubando, e ricercheranno le parole arricchenti il proprio lessico, tratte dalle poesie dedicate dall'Architetto alla città e ai terlizzesi esemplari, grazie al richiamo recitativo di Michele Santeramo.

Il nome dell'illustre umanista, cultore di scienze architettoniche cui è dedicato il focus presso la "Don Bosco", è peraltro legato a importanti interventi di restauro e di salvaguardia dei beni architettonici e culturali nel Mezzogiorno d'Italia. Terlizzi, sua città natale, è chiamata a custodire e valorizzare una pluralità di progetti e opere, fra cui, oltre la Scuola, la prima bozza di Piano regolatore generale, la realizzazione del Centro di addestramento professionale, la sistemazione viaria dell'Appia Traiana, la riconfigurazione della chiesa intitolata a Santa Maria delle Grazie con lotto cimiteriale, la ricostruzione in équipe del Carro trionfale.
  • scuola san giovanni bosco
  • centro studi michele gargano
Altri contenuti a tema
Scuole depredate. La dirigente Peruzzi: «Gemmato è assente» Scuole depredate. La dirigente Peruzzi: «Gemmato è assente» Numerosi danni per i plessi di viale Indipendenza. Si chiede l'attivazione delle videocamere
Nuovi infissi nei plessi scolastici  "San Giovanni Bosco" e "Don Pietro Pappagallo" Nuovi infissi nei plessi scolastici "San Giovanni Bosco" e "Don Pietro Pappagallo" I fondi derivanti da un bando del Ministero dello Sviluppo Economico sull'efficientamento energetico
Anche la "San Giovanni Bosco" e la "De Napoli" hanno celebrato la Festa dell'Albero Anche la "San Giovanni Bosco" e la "De Napoli" hanno celebrato la Festa dell'Albero L'evento è stato promosso con Legambiente Terlizzi
Alla scuola "San Giovanni Bosco" progetti dedicati alla lettura Alla scuola "San Giovanni Bosco" progetti dedicati alla lettura #ioleggoperchè è la maratona di solidarietà per sostenere l'importanza delle biblioteche scolastiche
"San Giovanni Bosco": il sindaco dà il benvenuto alla nuova dirigente "San Giovanni Bosco": il sindaco dà il benvenuto alla nuova dirigente Stop alle polemiche col prof. Monopoli. Accolta la prof.ssa Clara Peruzzi
Scuola "San Giovanni Bosco": il prof. Monopoli controreplica al Sindaco Scuola "San Giovanni Bosco": il prof. Monopoli controreplica al Sindaco La missiva con cui l'ex dirigente risponde a Ninni Gemmato
Nuovi dirigenti alla "don Pietro Pappagallo" e alla "San Giovanni Bosco" Nuovi dirigenti alla "don Pietro Pappagallo" e alla "San Giovanni Bosco" Giovanni Cassanelli e Clara Peruzzi sostituiranno Francesco Catalano e Giuseppe Monopoli
Incetta di premi per il giornalino scolastico della "San Giovanni Bosco" Incetta di premi per il giornalino scolastico della "San Giovanni Bosco" Il preside Monopoli: «Progetto di eccellenza»
© 2001-2020 TerlizziViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TerlizziViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.