marcello gemmato
marcello gemmato
Politica

Terapie intensive in Puglia, interrogazione parlamentare di Gemmato

Il deputato terlizzese si è rivolto al ministro Speranza

Marcello Gemmato, deputato terlizzese di Fratelli d'Italia, ha interrogato il ministro della salute Roberto Speranza «per sapere in che modo intenda garantire sufficienti posti letto in tutti i reparti di terapia intensiva delle strutture sanitarie pubbliche della Regione Puglia in risposta all'aumento dei contagi da Covid-19».

Il parlamentare ha chiesto inoltre «quale sia, al momento, il numero di medici specialisti e di operatori sanitari, adeguatamente formati, che il Governo intende mettere a disposizione per garantire le cure dei pazienti affetti da Covid-19».

L'interrogazione presentata dal segretario della Commissione sanità della Camera muove «a seguito delle notizie di stampa dalle quali ho appreso che il reparto di rianimazione degli Ospedali Riuniti di Foggia avrebbe esaurito i posti letto disponibili e alcuni pazienti sarebbero stati indirizzati verso altre strutture per le relative cure».
Gemmato avrebbe rilevato «difficoltà nelle terapia intensive per i pazienti no Covid oltre che la mancata attivazione dei posti aggiuntivi che avrebbero dovuto rendersi disponibili a seguito dei provvedimenti del Governo volti al potenziamento delle strutture sanitarie».

Secondo il deputato, responsabile nazionale dipartimento salute di Fratelli d'Italia «alla riconversione dei reparti ordinari avvenuta a giugno (a chiusura della prima ondata di contagi) non ha fatto seguito la strutturazione di reparti da adibire in vista della seconda ondata e ci troviamo quindi, oggi, davanti ad una nuova riconversione dei posti letto di terapia intensiva normali, con le uniche differenze del Policlinico di Bari -dove sono rimasti dieci posti letto in più allestiti - e dell'ospedale Perrino di Brindisi».
  • Marcello Gemmato
  • Coronavirus Terlizzi
  • Covid
Speciale Coronavirus

Speciale Coronavirus

Tutti gli aggiornamenti

422 contenuti
Altri contenuti a tema
Coronavirus: cresce il contagio anche a Terlizzi. In Puglia quasi 40mila positivi Coronavirus: cresce il contagio anche a Terlizzi. In Puglia quasi 40mila positivi Nelle ultime 24 ore effettuati 9820 tamponi di cui 1659 hanno dato esito positivo. 631 le persone guarite
Il contagio avanza in Puglia: il 26,52% dei tamponi risultati positivi nelle ultime ore Il contagio avanza in Puglia: il 26,52% dei tamponi risultati positivi nelle ultime ore Ieri 1.101 casi registrati su appena 4.151 test. E ci sono stati purtroppo altri 30 decessi
Covid, in Puglia 21 decessi e 907 nuovi contagi. Ma la percentuale di positivi scende Covid, in Puglia 21 decessi e 907 nuovi contagi. Ma la percentuale di positivi scende In terapia intensiva restano 212 persone, mentre i guariti sono
Covid-19: 1573 nuovi casi in Puglia. 30 i decessi, 306 i guariti Covid-19: 1573 nuovi casi in Puglia. 30 i decessi, 306 i guariti I positivi a Terlizzi restano 187 secondo gli ultimi dati forniti dal Comune
40 posti Covid nell'Ospedale "Sarcone" di Terlizzi: oggi l'apertura 40 posti Covid nell'Ospedale "Sarcone" di Terlizzi: oggi l'apertura Dalle ore 12 inizieranno ad accedervi i primi pazienti per la post-acuzie
Coronavirus: 48 morti e 231 guariti nelle ultime 24 ore in Puglia Coronavirus: 48 morti e 231 guariti nelle ultime 24 ore in Puglia I nuovi casi sono 1.737 su un totale di 9.505 tamponi effettuati. In terapia intensiva lottano 201 persone
Misure di sostegno per fronteggiare l'emergenza sanitaria a Terlizzi: le opposizioni chiedono Consiglio comunale Misure di sostegno per fronteggiare l'emergenza sanitaria a Terlizzi: le opposizioni chiedono Consiglio comunale Diverse le proposte contenute nel documento
Non si arresta il contagio a Terlizzi: gli attualmente positivi salgono a 187 Non si arresta il contagio a Terlizzi: gli attualmente positivi salgono a 187 L'annuncio in diretta Facebook del Sindaco Ninni Gemmato
© 2001-2020 TerlizziViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TerlizziViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.