Parco mezzi Sanb. <span>Foto Cosma Cacciapaglia</span>
Parco mezzi Sanb. Foto Cosma Cacciapaglia
Attualità

La SANB ha presentato il suo nuovo parco mezzi (FOTO)

Si va nella direzione della maggiore efficienza nei servizi, del rispetto ambientale e di un minore impatto acustico

Martedì 29 novembre, all'interno degli spazi esterni della scuola "De Gasperi", in via Sant'Elia, a Corato, la SANB Spa (Servizi Ambientali Nord Barese), la Società per Azioni partecipata dai cinque comuni (Terlizzi, Corato, Bitonto, Ruvo di Puglia e Molfetta) che gestisce la raccolta rifiuti, congiuntamente ai rappresentanti istituzionali degli stessi, ha presentato il nuovo parco mezzi per i servizi di igiene ambientale.

Un nuovo parco mezzi composto da 9 costipatori, 7 compattatori Scania, 4 spazzatrici, 1 scarrabile, 2 Porter con vasca ed 1 mezzo di raccolta ingombranti. Sono tutti mezzi di ultima generazione con emissioni euro 6 B, nel totale rispetto dell'ambiente con un investimento di 2,7 milioni di euro. Un importante passo in avanti nell'ottimizzazione della raccolta e trasporto dei rifiuti per i cinque comuni soci.

GLI INTERVENTI
Così si è espresso, a margine della presentazione, l'Amministratore unico di SANB, Roberto Toscano: «La SANB voleva lasciare, come abbiamo sempre detto un'impronta che facesse pensare ad un servizio pubblico buono, efficace, di pubblico che sa dare i servizi per la collettività, curando gli interessi generali, riversando nella qualità dei servizi quanto sa fare dal momento in cui è nata.
Volevamo anche dimostrare la bontà sotto il profilo economico dell'operazione e la capacità di realizzare economie di scala e lo abbiamo fatto, ora è il momento di reinvestire nella qualità dei servizi, cioè renderli più efficaci e realizzarli in maniera più sostenibile, in maniera più compatibile con l'esigenza di sicurezza dei lavoratori.
Si tratta
- ha quindi concluso Toscano - di un ulteriore step importante, che oggi abbiamo voluto condividere, quello del rinnovamento dei mezzi, un parco mezzi che sta cambiando in maniera radicale e tra non molto arriveranno anche quelli elettrici di piccole dimensioni per i centri storici. Tutto questo è stato possibile grazie ad una squadra coraggiosa ed alla fiducia data dai sindaci dei cinque comuni consorziati».
20 fotoNuovo parco mezzi Sanb
Parco mezzi SanbParco mezzi SanbParco mezzi SanbParco mezzi SanbParco mezzi SanbParco mezzi SanbParco mezzi SanbParco mezzi SanbParco mezzi SanbParco mezzi SanbParco mezzi SanbParco mezzi SanbParco mezzi SanbParco mezzi SanbParco mezzi SanbParco mezzi SanbParco mezzi SanbParco mezzi SanbParco mezzi SanbParco mezzi Sanb


Gli ha quasi fatto eco il Direttore generale, Salvatore Mastrorillo: «Questo piano di investimenti così corposo nasce per una serie di ragioni: la prima è poter accedere alle migliori tecnologie disponibili sul mercato sia in termini di impatto ambientale che in termini di parametri di efficienza; oggi abbiamo infatti mezzi con emissioni euro 6 B, che comportano un minor consumo di carburante. Fattore che inciderà positivamente nei parametri di efficienza e darà minori costi di manutenzione. Non abbiamo fatto scelte elettriche e di ibrido perché è un settore in forte evoluzione - ha quindi voluto rimarcare Mastrorillo - e questa forte evoluzione tecnologica in atto rischia, per coloro che oggi fanno investimenti di questo genere e di questa portata, di ritrovarsi con mezzi che tra un anno sconteranno delle limitazioni che invece nel prossimo futuro saranno superate. Mi riferisco alle economie, alla necessità di avere una infrastruttura tecnologica per poter alimentare i mezzi elettrici nei cantieri e farli funzionare. Ma da questo punto di vista - è la novità emersa nel corso della conferenza stampa coratina - abbiamo attivato una indagine di mercato per noleggiare piccoli mezzi elettrici che non richiedano un impegno in termini di infrastruttura a supporto e finanziario, per poterli testare e renderci conto della loro operatività e dell'autonomia, fondamentali per il servizio di raccolta nei centri abitati, come vi ha già detto Toscano.
Su questi mezzi
- ha quindi sottolineato - oggi sarà possibile verificare tutti i parametri di funzionamento senza la presenza dell'operatore perché saranno tutti interconnessi. Tutti i dati e i parametri saranno inviati ad una piattaforma dove in tempo reale sarà possibile verificare il buon funzionamento del mezzo ed intervenire nell'immediatezza anche in via remota evitando danni e conseguenze negative nella manutenzione. Questa - ha concluso - ritendo sia la novità più rilevante rispetto al recente passato e questa è l'innovazione tecnologica che introduciamo con questa iniziativa».

Soddisfatto per questa nuova operazione che migliorerà non solo la qualità ma anche la rapidità dei servizi, il sindaco di Terlizzi, Michelangelo De Chirico: «Probabilmente si tratta di uno dei più importanti investimenti della SANB degli ultimi due anni - ha detto il primo cittadino a margine della conferenza stampa - che indica lo stato di salute di una delle poche società pubbliche del Sud Italia operante nel settore dei rifiuti. Si tratta di una perfetta sinergia con le comunità locali, alla continua ricerca di migliorare i servizi offerti, garantendo sicurezza ai dipendenti. Con questi nuovi mezzi - ha spiegato quindi De Chirico - il servizio di raccolta rifiuti si efficienta, garantendo minor inquinamento, minor rumore e minori consumi».
  • sanb
Altri contenuti a tema
Sciopero nazionale, a Terlizzi il 14 dicembre non saranno raccolti i rifiuti Sciopero nazionale, a Terlizzi il 14 dicembre non saranno raccolti i rifiuti L'isola ecologica in via Italo Balbo potrebbe restare chiusa
Nuovi mezzi per la Sanb. Presentazione a Corato Nuovi mezzi per la Sanb. Presentazione a Corato Ci saranno anche i rappresentanti del Comune di Terlizzi
Centro storico, cambia la raccolta porta a porta dei rifiuti Centro storico, cambia la raccolta porta a porta dei rifiuti Minutillo: «Oltre a togliere i carrellati da aree pedonali, aiuole e posti auto, puntiamo a migliorare l’impatto in termini di decoro e di igiene pubblica»
Terlizzi incontra la SANB: un forum aperto ai cittadini su igiene urbana e raccolta differenziata Terlizzi incontra la SANB: un forum aperto ai cittadini su igiene urbana e raccolta differenziata De Chirico: «Ascolto dei bisogni dei cittadini-utenti premessa imprescindibile per potenziare i servizi»
Rifiuti e raccolta differenziata: incontro aperto con la SANB Rifiuti e raccolta differenziata: incontro aperto con la SANB Mercoledì 28 settembre in Pinacoteca
Cambio di passo nel servizio rifiuti: De Chirico e Minutillo incontrano i vertici Sanb Cambio di passo nel servizio rifiuti: De Chirico e Minutillo incontrano i vertici Sanb Sul tavolo l'efficientamento della raccolta e dello smaltimento e lo spazzamento di strade, piazze e parchi pubblici
A Terlizzi è arrivato il Centro Ambientale Mobile con il prof. SANB (FOTO) A Terlizzi è arrivato il Centro Ambientale Mobile con il prof. SANB (FOTO) Nuovo appuntamento fissato per domenica 3 aprile in viale Roma
Ambiente, a Terlizzi per i più piccoli arriva il professor SANB Ambiente, a Terlizzi per i più piccoli arriva il professor SANB Due domeniche dedicate all'educazione civica ed al rispetto del territorio urbano spiegato a bimbi e bimbe
© 2001-2023 TerlizziViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TerlizziViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.