Le indagini dei Carabinieri
Le indagini dei Carabinieri
Cronaca

I Dello Russo-Ficco usati come "ponte" di rifornimento con l'Albania

55 gli indagati. A casa di Paolo Ficco rinvenuti un giubbotto antiproiettile e 18.000 euro

Droga a fiumi dall'Albania, per un valore di 10 milioni di euro. Si parla anche di questo nelle centinaia di intercettazioni contenute fra le oltre 250 pagine dell'ordinanza di custodia cautelare.

Secondo l'impianto accusatorio del sostituto procuratore presso la Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Lecce, Valeria Farina Valaori, le indagini hanno fatto emergere un presunto giro criminale finalizzato al traffico di sostanze stupefacenti che vede nel ruolo di organizzatore e promotore Sergio Panarese, 34 anni, di Tricase.

I traffici illeciti si sarebbero svolti principalmente nel territorio di Tricase e zone limitrofe, per poi espandersi fino a Brindisi e in terra di Bari, precisamente a Terlizzi, dove opera lo storico clan capeggiato dalle famiglie Dello Russo e Ficco. Il filo rosso che legava Tricase a Terlizzi sarebbe stato il legame tra Michela De Ruvo e Sergio Panarese, salentino che aveva allestito una rete di smercio nel Capo di Leuca.

Tra gli arrestati, oltre a esponenti della criminalità salentina, ci sono ben quattro indagati di Terlizzi, appartenenti alle famiglie Dello Russo e Ficco: Michela De Ruvo, 30enne, Giambattista De Sario, 43enne, noto come "Rocky"; Roberto Dello Russo, 38enne, noto come "Malandrino", e Paolo Ficco, 39enne. Proprio in casa di Ficco, durante le perquisizioni, sono stati trovati un giubbotto antiproiettile e 18.000 euro.

L'indagine, iniziata nel mese di ottobre del 2015 e terminata nel dicembre del 2017, ha riguardato le attività di due organizzazioni, una con base nel leccese, l'altra con ramificazioni a Terlizzi, città che, attraverso il gruppo Dello Russo-Ficco, era uno dei principali canali di rifornimento per le piazze del sud pugliese per quanto riguarda il traffico di cocaina, eroina, marijuana e hashish.

Il clan Dello Russo-Ficco, a sua volta, si approvvigionava da canali albanesi. Insomma, c'erano loro dietro il fiorente traffico di droga che partiva dall'Albania ed era destinato al Salento. Un clan usato come "ponte" di rifornimento con il Paese delle Aquile.
3 fotoA casa di Paolo Ficco rinvenuti un giubbotto antiproiettile e 18.000 euro
A casa di Paolo Ficco rinvenuti un giubbotto antiproiettile e 18.000 euroA casa di Paolo Ficco rinvenuti un giubbotto antiproiettile e 18.000 euroA casa di Paolo Ficco rinvenuti un giubbotto antiproiettile e 18.000 euro
  • Dello Russo-Ficco
  • Arresti Terlizzi
  • Dello Russo-Ficco Terlizzi
  • Ficco-Dello Russo Terlizzi
Altri contenuti a tema
Viola il decreto sul Coronavirus per spacciare: arrestata una 40enne Viola il decreto sul Coronavirus per spacciare: arrestata una 40enne Sequestrati dai Carabinieri oltre 50 grammi di eroina. Condotto in carcere un 65enne
Derubava prostitute dopo rapporti: arrestato terlizzese Derubava prostitute dopo rapporti: arrestato terlizzese L'operazione condotta dalla Polizia Locale. E l'Assessore Allegretti si congratula
Entra in auto, gli ruba il cellulare e scappa: arrestato un 30enne Entra in auto, gli ruba il cellulare e scappa: arrestato un 30enne Fondamentali le indicazioni fornite dalla vittima: l'uomo, rintracciato dai Carabinieri, è stato tradotto in carcere
«Su Terlizzi si registra la presenza del gruppo Dello Russo» «Su Terlizzi si registra la presenza del gruppo Dello Russo» Lo certifica la semestrale relazione dell'Antimafia. Che aggiunge: «Presente anche il clan Capriati»
Operazione "Anno Zero", Lamorgese: «Congratulazioni a magistratura e Carabinieri» Operazione "Anno Zero", Lamorgese: «Congratulazioni a magistratura e Carabinieri» Il ministro dell'Interno plaude al blitz di questa notte contro il clan Dello Russo
Traffico di armi e droga, chiuso il cerchio sui Dello Russo: 25 arresti Traffico di armi e droga, chiuso il cerchio sui Dello Russo: 25 arresti Operazione dei Carabinieri: il clan riforniva di droga diverse città. Le indagini avviate nel 2014
Operazione "Gran Bazar": condanne complessive a 98 anni di carcere Operazione "Gran Bazar": condanne complessive a 98 anni di carcere Eseguiti 13 ordini di carcerazione. La base dell'organizzazione a Bisceglie, ma con propri referenti anche a Terlizzi
Operazione "Short Message", terlizzesi condannati ad oltre 34 anni Operazione "Short Message", terlizzesi condannati ad oltre 34 anni Ecco il verdetto del giudice Gallo: la pena più alta è stata inflitta a Giambattista De Sario, 9 anni
© 2001-2020 TerlizziViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TerlizziViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.