ospedale sarcone
ospedale sarcone
Cronaca

Dalla mozzarella all'infarto preso in tempo, uomo di 46 anni salvato all'ospedale di Terlizzi

Gli esami clinici erano tutti negativi, ma l'intuizione dei medici del Pronto soccorso...

Miracolo all'ospedale di Terlizzi dove un banale mal di pancia e il sospetto di una intolleranza al lattosio erano in realtà il presagio di un attacco cardiaco scovato giusto in tempo.

Il miracolo laico è avvenuto mercoledì 11 luglio, poco prima dell'ora di pranzo. Protagonista un uomo di 46 anni, terlizzese, presentatosi al Pronto Soccorso con dolori addominali acuti: forse una cattiva digestione, spiega l'uomo ai medici che lo prendono in cura, probabilmente una intolleranza alimentare al lattosio visto che la sera prima ho mangiato mozzarella di bufala. Ma il dolore forte che si irradia anche alla zona intestinale rappresenta anche la sintomatologia tipica dell'infarto in corso.

L'uomo viene così subito sottoposto a elettrocardiogramma e a prelievo ematico per l'analisi degli enzimi cardiaci: entrambi gli esiti sono tutti negativi, insomma tutto (apparentemente) nella norma, nessuna patologia in corso. «In un qualsiasi Pronto soccorso d'Italia, soprattutto in quelli più affollati e sovraccarichi di lavoro, un paziente di 46 anni, a seguito un elettrocardiogramma e di un'analisi degli enzimi entrambi negativi, sarebbe stato dimesso e mandato a casa» spiega un operatore sanitario dell'ospedale Sarcone, «l'intuizione dei medici terlizzesi ha invece salvato la vita a quel padre di famiglia».

Quante volte, infatti, si sentono storie di medici che in buona fede e a ragion veduta dicono al paziente che è tutto a posto, torni pure a casa e magari prenda questo farmaco?
La bravura dell'equipe del Pronto soccorso dell'ospedale "Michele Sarcone", guidata dal dottor Sebastiano Lopiano, è stata invece quella di andare oltre i normali protocolli, e quindi di tenere sotto osservazione il paziente ancora per qualche tempo. Il dolore persistente li ha insospettiti e dopo due ore le analisi sono state ripetute. E infatti questa volta però i risultati dicevano altro: principio di infarto. Per l'uomo è stato subito disposto il trasferimento presso l'ospedale Antea di Bari dove è stato sottoposto alle terapie di emergenza salvavita e a intervento chirurgico.
  • ospedale
Altri contenuti a tema
Incendio in ospedale: chiuso il reparto di Radiologia Incendio in ospedale: chiuso il reparto di Radiologia I vigili del fuoco hanno disposto la chiusura a scopo precauzionale
ULTIM'ORA - Principio d'incendio all'ospedale di Terlizzi ULTIM'ORA - Principio d'incendio all'ospedale di Terlizzi Un corto circuito ha mandato in tilt l'impianto elettrico
Screen mammografici a vuoto, Emiliano ha gli indirizzi sbagliati Screen mammografici a vuoto, Emiliano ha gli indirizzi sbagliati I Cinque Stelle criticano la gestione della Regione Puglia sulle politiche di prevenzione
1 Movimento ospedale unico del Nordbarese, Albrizio prende il posto di Spaccavento Movimento ospedale unico del Nordbarese, Albrizio prende il posto di Spaccavento «Il progetto della Carta di Ruvo va avanti» assicura Albrizio alla sua prima uscita pubblica da coordinatore
Ospedale Terlizzi, «si rischia di sprecare 13 milioni di euro» Ospedale Terlizzi, «si rischia di sprecare 13 milioni di euro» Interrogazione parlamentare da parte dell'on. Marcello Gemmato
Ancora stallo nell'ospedale di Terlizzi, la protesta dei sindacati Fials e Confsal Ancora stallo nell'ospedale di Terlizzi, la protesta dei sindacati Fials e Confsal Chirurgia e Medicina accorpate, disagi e rischio infezioni
Ospedale, il sindaco Gemmato a Emiliano: «Rispettare norme di sicurezza» Ospedale, il sindaco Gemmato a Emiliano: «Rispettare norme di sicurezza» Dura lettera del sindaco di Terlizzi all'indirizzo dei vertici dell'Asl Bari
Ospedale, l'ira di Marcello Gemmato: «Disegno preordinato di svuotamento del nosocomio terlizzese» Ospedale, l'ira di Marcello Gemmato: «Disegno preordinato di svuotamento del nosocomio terlizzese» Critiche da parte del parlamentare di Fratelli d'Italia all'accorpamento di Medicina e Chirurgia
© 2001-2018 TerlizziViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TerlizziViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.