Spesa
Spesa
Attività Produttive

Turismo, in Puglia i visitatori spendono 3mld in cibo

L'analisi di Coldiretti Puglia alla BIT di Milano

Il cibo diventa la voce principale del budget della vacanza in Puglia, con una spesa che supera i 3 miliardi di euro nei periodi di maggiore affluenza e oltre un terzo della spesa destinato alla tavola per consumare pasti in ristoranti, pizzerie, trattorie o agriturismi, ma anche per cibo di strada o souvenir enogastronomici in mercati, feste e sagre di paese. E' quanto emerge da una analisi della Coldiretti Puglia, divulgata in occasione della Bit 2023, la Borsa Internazionale del Turismo di Milano.

Da giugno ad agosto 2022 in Puglia si sono registrati 2.181.102 arrivi e 10.221.699 pernottamenti con una variazione del +4,2% e del +3,1% rispetto allo stesso periodo del 2019 e del +9% (arrivi) e +5% (presenze) rispetto al 2021, trainati dalla ripresa del turismo internazionale – ricorda Coldiretti Puglia - i cui arrivi sono aumentati del +13% rispetto all'estate pre pandemia e del +80% rispetto al 2021, mentre turisti italiani e stranieri in vacanza si stima abbiano speso sul territorio pugliese oltre 2,4 miliardi di euro (fonte osservatorio sull'economia del turismo delle camere di commercio) solo tra l'inverno 2021 e la primavera 2022.

​​Un risultato che dimostra l'immenso valore storico e culturale del patrimonio enogastronomico nazionale che è diffuso su tutto il territorio e dalla cui valorizzazione – precisa la Coldiretti regionale – dipendono molte delle opportunità di sviluppo economico ed occupazionale. Ma la tavola rappresenta anche una straordinaria leva di promozione del Made in Italy alimentare nel mondo dove nel 2022 – secondo elaborazioni di Coldiretti Puglia – sono è stato registrato un balzo dell'export del 42,6% della pasta, del 32,7% dell'olio, dell'8,7% del vino e del 5% della frutta e degli ortaggi lavorati rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

​​La Puglia può contare su 329 specialità ottenute secondo regole tradizionali protratte nel tempo per almeno 25 anni, 60 cibi e vini certificati DOP e IGP, a cui si aggiungono le 4 STG nazionali e le 2 bevande spiritose IG regionali, per un totale di 66 Indicazioni Geografiche, su 958 agriturismi che conservano da generazioni i segreti della cucina contadina, oltre ai 1000 agricoltori in vendita diretta con Campagna Amica e le numerose iniziative di valorizzazione, dalle sagre alle strade del vino.

La capacità di mantenere inalterate le tradizioni enogastronomiche nel tempo è – continua Coldiretti – la qualità più apprezzata dagli ospiti degli agriturismi dove è possibile riscoprire i sapori del passato veramente a chilometri zero tramandati da generazioni. Aumenta nel contempo l'offerta nelle campagne di servizi innovativi per sportivi, nostalgici, curiosi e ambientalisti.
​​
Un'offerta che spinge anche i piccoli borghi con meno di cinquemila abitanti dove nasce il 92% delle produzioni tipiche nazionali secondo l'indagine Coldiretti/Symbola, una ricchezza conservata nel tempo dalle imprese agricole con un impegno quotidiano per assicurare la salvaguardia delle colture storiche.

​​La riscoperta della natura, ma soprattutto della voglia di stare insieme per comunicare, che il silenzio della campagna a tavola certamente favorisce, sembrano essere dunque graditi anche dalle giovani generazioni che spesso in piccoli gruppi di amici scelgono gli agriturismi, che hanno adeguato la propria offerta alle nuove esigenze, conclude Coldiretti Puglia nel sottolineare che i tesori enogastronomici sono delle vere e proprie opere d'arte conservate gelosamente da generazioni di agricoltori che vanno difese dal rischio dell'omologazione e falsificazione.
  • turismo
  • Coldiretti Puglia
Altri contenuti a tema
Crisi Medioriente, a rischio 270milioni di esportazioni di pomodori pugliesi Crisi Medioriente, a rischio 270milioni di esportazioni di pomodori pugliesi I costi dei container stanno avendo aumenti vertiginosi che si riflettono sulla competitività del prodotto sui mercati esteri
Crisi internazionale, Coldiretti Puglia lancia allarme su concimi e costi nei campi Crisi internazionale, Coldiretti Puglia lancia allarme su concimi e costi nei campi Ostacoli all'importazione dall’Asia di fertilizzanti per un valore di circa 200 milioni
Scirocco e siccità: -60% produzione di carciofi. In Puglia invasione dall'Egitto Scirocco e siccità: -60% produzione di carciofi. In Puglia invasione dall'Egitto L'analisi dettagliata di Coldiretti
La pioggia salva Terlizzi dalla siccità. Ma sale il rischio gelo La pioggia salva Terlizzi dalla siccità. Ma sale il rischio gelo L'analisi di Coldiretti
Il 7 gennaio torna "Domenica al museo": ingressi gratuiti anche in Puglia Il 7 gennaio torna "Domenica al museo": ingressi gratuiti anche in Puglia L'elenco dei siti culturali che hanno aderito all'iniziativa
Per Capodanno i pugliesi hanno speso 160mln per la tavola Per Capodanno i pugliesi hanno speso 160mln per la tavola L'analisi dettagliata di Coldiretti
Vacanze al museo: i siti aperti in Puglia nelle prossime festività Vacanze al museo: i siti aperti in Puglia nelle prossime festività Il 2024 si apre con tre giornate per conoscere il nostro patrimonio artistico-culturale
Spesa di Natale, i pugliesi spenderanno il 15% in più del 2022 Spesa di Natale, i pugliesi spenderanno il 15% in più del 2022 L'analisi di Coldiretti Puglia
© 2001-2024 TerlizziViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TerlizziViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.