corso vittorio emanuele commercio
corso vittorio emanuele commercio

Prima settimana di saldi: bene ma non troppo

Il settore abbigliamento in maggiore difficoltà

A una settimana dall'avvio dei saldi invernali, è possibile tracciare un bilancio iniziale dell'andamento delle vendite fra i negozi di Terlizzi. I primi giorni l'affluenza non è stata altissima, perché i nostri compaesani preferiscono prima sondare le convenienze degli outlet di fuori città. Occorre attendere il periodo immediatamente successivo alle feste per veder affacciarsi maggiori clienti.

Alquanto sofferente è il settore dell'abbigliamento. La stagione piena si è rivelata per lo più economicamente «lenta» per via delle temperature piuttosto calde registrate fino a ottobre. Se per i consumatori i saldi rappresentano il momento in cui metter maggiormente mano al portafoglio, per i commercianti incarnano un'ulteriore complicata sfida. C'è chi, infatti, avverte ancora i segni della crisi dell'ultimo quinquennio oltre alla difficoltà di dover fare i conti con altri competitor, non solo i radicati centri commerciali ma anche il mercato online in forte espansione.

Per Annalisa Guastamacchia, titolare di Guastamacchia Moda, la boutique che vanta una storia cinquantennale in Corso Garibaldi, gli ultimi anni sono senza dubbio quelli più duri da affrontare, tanto da parlare con molto rammarico di «decrescita infelice». L'affluenza è blanda nonostante gli sconti fino al 50%, «non è quella che uno spera di avere quando cominciano i saldi». Se prima la loro clientela era fissa, da qualche tempo a questa parte è diventata «di passaggio». Annalisa chiede tristemente in maniera retorica «I nostri articoli sono di qualità, chi acquista online in che modo può valutare la fattura del capo? Deve attendere la ricezione a casa con tutti i rischi della spedizione».

In viale Roma, Just Collezioni di Nicolò Cagnetta registra un trend tutto sommato positivo per i mesi centrali, sebbene i saldi non siano partiti nel migliore dei modi. Se il primo giorno, infatti, i clienti non sono mancati, in quelli successivi hanno cominciato a diminuire. «Con l'epifania di mezzo, siamo costretti ad attendere il periodo post festivo per vedere circolare più avventori. L'uomo si affaccia, ma la donna è sicuramente più curiosa».

Entusiasta, invece, della stagione invernale è Patrizia Pellegrini che in Corso Dante è titolare di Patrizia Glamour, esercizio di abbigliamento e accessori moda a prezzi più contenuti. Il suo target vastissimo soddisfa le donne dai 20 ai 50 anni che adottano look giovanili e iper femminili. «Applico prezzi buoni tutto l'anno. Le mie clienti in questi giorni preferiscono girare tra i centri commerciali o in negozi costosi dove possono acquistare capi griffati a prezzo ridotto. È giusto così», afferma Patrizia, «So che torneranno perché rappresento il porto sicuro».

Nessun problema di rilievo nel settore sport. Buoni incassi per Pasquale Rutigliani di OffSide Sport in corso Vittorio Emanuele che ha registrato una percentuale sicuramente più alta rispetto allo scorso gennaio, durante il quale nevicò, ma leggermente più bassa rispetto ai saldi estivi. «Ho pochi articoli in saldo perché molti sono terminati durante la stagione piena. Il clou l'ho avuto nel periodo di Natale per fare pacchi regalo».

Bene anche per Bollicine calzature, in via Piave, di Mariangela Piacenza che annovera i più piccini tra i suoi clienti. Gli articoli in saldo, ci racconta, non sono molti perché gli acquisti sono legati alla crescita del piede del bambino. «Il genitore compra la scarpa quando è necessario, non può aspettare i saldi se è impellente».

Una voce corale unisce comunque i commercianti: manca una sinergia tra il tessuto economico del paese e l'istituzione. Aiutare gli esercenti significa far vivere il borgo. Incentivare le passeggiate, chiudendo il traffico, indurrebbe le persone a osservare le vetrine.
  • saldi
  • commericio
Altri contenuti a tema
Saldi invernali, il 5 gennaio via anche a Terlizzi Saldi invernali, il 5 gennaio via anche a Terlizzi Secondo Confcommercio mediamente si spenderà 143 euro a persona
I commercianti terlizzesi:«È controproducente iniziare i saldi di sabato» I commercianti terlizzesi:«È controproducente iniziare i saldi di sabato» La fidelizzazione con i clienti combatte la concorrenza outlet
E' il giorno dei saldi, 10 regole evitare fregature E' il giorno dei saldi, 10 regole evitare fregature Un vademecum fornito dal Codacons
Black-out nei saldi a causa della neve Black-out nei saldi a causa della neve Una leggera ripresa in questi giorni
Nei negozi di Terlizzi clienti anche "forestieri" Nei negozi di Terlizzi clienti anche "forestieri" Un bilancio sui saldi estivi
I saldi made in Terlizzi, tra acquisti online e centri commerciali I saldi made in Terlizzi, tra acquisti online e centri commerciali Ecco un primo bilancio dopo la prima settimana di saldi
Non è dai saldi che si giudica l'economia di Terlizzi Non è dai saldi che si giudica l'economia di Terlizzi Annalisa Giacò: "Non si può parlare di saldi di fine stagione se il freddo è appena cominciato"
Saldi: "meteo impazzito, meglio posticiparli a marzo" Saldi: "meteo impazzito, meglio posticiparli a marzo" I commercianti tracciano un primissimo bilancio
© 2001-2018 TerlizziViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TerlizziViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.