Gli spalti del PalaFiori
Gli spalti del PalaFiori
attualità

Polemiche sulla pulizia del PalaFiori: il nostro reportage

Abbiamo voluto vederci chiaro e siamo andati a capire come stanno le cose dopo gli interventi della politica

Elezioni Regionali 2020
Nella giornata di mercoledì e di ieri, due fronti politici differenti ed opposti avevano puntato il dito contro la scarsa pulizia all'interno del PalaFiori. Una polemica che da una parte intendeva richiamare alle proprie responsabilità la società gestrice dell'impianto e dall'altra quelle dell'Amministrazione comunale.

LE POSIZIONI DELLA POLITICA

Due fronti opposti, dunque, che dicevano la stessa cosa, con sfumature diverse. Da una parte Mariangela Galliani, Consigliera comunale di Fratelli d'Italia, dall'altra Daniela Zappatore, neo-eletta coordinatrice di Città Civile. Di seguito i loro post apparsi su Facebook che hanno acceso la polemica in città e che hanno fissato bene i punti di vista dei due fronti che sono sembrati toccarsi, lasciando poi spazio ai distinguo.

MARIANGELA GALLIANI: «Questo (con foto annesse che vi pubblichiamo sotto l'articolo) è lo stato di cura o di incuria del #Palafiori. Le foto lo riprendono alle 15:00 di questo pomeriggio. Identiche a quelle di tutti i pomeriggi. Volutamente non ho fotografato le parti della struttura che riguardano le componenti edilizie, perché fosse evidente che quel che manca è il minimo delle attenzioni e del decoro, perché i beni sono semplicemente presi e sfruttati senza rispetto e senza gratitudine. La colpa è dei "ribusciati". È vero! Ma anche noi facciamo parte di questa schiera. La struttura è "affidata" al gestore. "Affidare" condizionando il dare al presupposto della fiducia. Col venire meno del presupposto, viene meno il dare. Noi siamo i "ribusciati" che, pur in assenza delle condizioni che possano sostenere l'affido, diamo».

DANIELA ZAPPATORE: «Avete mai provato a cercare una casa da fittare? Nemmeno molto grande. Il canone richiesto si aggira, solitamente, intorno ai 500 euro per un totale di 6.000 euro l' anno. Per 6.000 euro all' anno, cifra davvero irrisoria se rapportata al tipo di stabile e al suo utilizzo, e per ben cinque anni, il comune di Terlizzi ha dato in gestione nel 2017, il suo unico palazzetto dello sport integralmente utilizzabile, a 7 società sportive ruvesi.
E già qui potremmo fermarci. Non ci sono parole per raccontare l' assurdità di tale decisione. A Terlizzi operano e lavorano alacremente per la nostra gioventù, una quindicina di società sportive. E sono note a tutti le immense difficoltà nel reperire gli spazi dove svolgere le attività sportive. Nonostante ciò, quando il comune realizza il Palafiori struttura con una capienza massima di 400 persone, la svende in questo modo. Uno sfregio all'intera comunità.
Bene. In queste ore girano sul web foto dello stato in cui versa il NOSTRO palazzetto. Ai problemi strutturali già esistenti e più volte denunciati, si aggiunge l' incuria dei gestori che non utilizzano la struttura con la cura del buon padre di famiglia. Si vogliono scaricare le colpe sui gestori, ma non è proprio o solo così!
I poteri di gestione del gestore non escludono quelli di vigilanza e di controllo che ricadono sempre sull' amministrazione ( cfr convenzione) che ne è quindi parimenti responsabile. L'Amministrazione faccia il suo "mea culpa" in primis. A seguire si facciano emergere le responsabilità del gestore e lo si richiami all'ottemperanza dei suoi impegni. Ma più di questo si valuti la possibilità della cessione anticipata della gestione. Il palazzetto serve alle nostre società!!».

IL NOSTRO SOPRALLUOGO NELLA STRUTTURA

Sin qui la politica, ciascuna con una propria legittima idea. Abbiamo però voluto metterci il naso, capire cosa stesse accadendo ad un impianto invidiato da molti, anche e soprattutto fuori da Terlizzi. Abbiamo voluto fotografare (nel vero senso della parola) la situazione, cristallizzandola tra le 15 e le 16 di ieri, giovedì 5 dicembre. Se nella prima parte sotto questo articolo trovate alcune delle foto scattate dalla Consigliera Galliani o da lei pubblicate, sotto trovate la gallery completa del nostro sopralluogo.
La struttura, quando siamo passati, è sembrata in ordine, salvo le pedate sui muri all'interno di corridoi e spogliatoi, figlie di un utilizzo quotidiano di centinaia di persone. La zona degli spalti era oggettivamente impeccabile, pulita a dovere, con quattro differenti postazioni per i rifiuti. E ci è sovvenuto che talvolta sarebbe anche opportuno che chi frequenta l'impianto (e ci riferiamo a chi staziona fuori dal campo e sugli spalti) debba prendersi la responsabilità di cittadino, giovane o adulto che sia, di mantenere quel luogo "di tutti" decoroso, come fosse casa sua. Di seguito vi forniamo qualche dato al di fuori del dibattito social, quel tipo di dibattito che raramente può e deve interessare una testata giornalistica, pur essendo una miniera di informazioni. Abbiamo approfondito e vi raccontiamo le verità da noi raccolte, sperando di fare cosa gradita a chi non vive da vicino quel mondo.

LE NOSTRE VERITÀ

Come è noto, il PalaFiori di Terlizzi è stato affidato nel settembre 2017 all'ASD Life & Sport, che lo gestirà fino al 2022. Quella in corso è dunque la terza stagione di gestione. Le pulizie vengono effettuate dalla persona che si occupa anche della funzione di custode, non essendoci un ulteriore appalto esterno ad una ditta specializzata (esternalizzare ulteriormente, ci fanno sapere, avrebbe costi elevatissimi). Il passaggio di pulizia viene effettuato sia ad inizio attività di allenamento, intorno alle ore 15.00, sia a fine serata, tra le due e le tre volte a settimana (per intenderci, nello Stadio San Nicola di Bari il passaggio sugli spalti è unico dopo i match casalinghi).
Le società che si allenano in quell'impianto sono 12 per un totale di 16 campionati disputati tra giovanili e senior. Tradotto in numeri, quotidianamente passano dal PalaFiori una media di 200 tra atleti, dirigenti ed addetti con varie mansioni. Si arriva ad una frequentazione di circa 300 persone. Questo in settimana, poiché nei weekend ci sono le partite con accesso di pubblico variabile. Di certo c'è che ad utilizzare l'impianto sono solo società sportive terlizzesi, con l'unica eccezione del Basket Ruvo di Puglia, che da tempo ha chiesto ospitalità per impraticabilità del campo di casa.
Al sabato, pertanto, l'impianto ospita nel pomeriggio tra le due e le tre gare, mentre la domenica mattina ce ne sono almeno un altro paio. Il weekend sportivo propone poi i match conclusivi nel pomeriggio festivo, in genere con altre due sfide.
Nei prossimi giorni, infine, vi proporremo alcune importanti novità sulla ormai probabile ospitalità concessa da altri impianti cittadini alle compagini terlizzesi, una buona notizia che dovrebbe aiutare tutti ad usufruire per più tempo degli spazi e ad arginare una effettiva e sentita emergenza come quella della compressione degli orari.

A ciascun lettore la possibilità di farsi un'idea sulla situazione attuale del PalaFiori, magari osservando le varie foto che proponiamo sotto il nostro articolo. La considerazione finale, che non vuol apparire come pilatesca da parte nostra, è che probabilmente vi sono stati momenti in cui l'impianto non è stato correttamente pulito, ma questo non rappresenta affatto la norma. Inoltre, da nostre fonti, abbiamo appreso che vi sarebbe stato anche un confronto informale tra Amministrazione e vertici della società gestrice per fare il punto della situazione e che questi ultimi hanno garantito il corretto e continuo svolgimento delle proprie mansioni. Torneremo a scriverne se dovessero arrivarci ulteriori segnalazioni su degrado ed inadempienze. Per ora lasciamo che torni il campo a parlare nell'ormai imminente fine settimana, sperando che le società di Terlizzi non siano state toccate dai rumors esterni e si disimpegnino nel migliore dei modi.




IMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WA
7 fotoIl PalaFiori come lo abbiamo trovato noi
IMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WAIMG WA
  • PalaFiori
  • daniela zappatore
  • mariangela galliani
Altri contenuti a tema
Galliani: «Rubare in una scuola atto abominevole» Galliani: «Rubare in una scuola atto abominevole» L'amara riflessione della Consigliera di Fratelli d'Italia
Settore tecnico e partite IVA: l'amara riflessione della Consigliera Mariangela Galliani Settore tecnico e partite IVA: l'amara riflessione della Consigliera Mariangela Galliani Un post pubblico di Facebook divenuto lettera aperta che sa di sfogo e di protesta
Parte oggi ufficialmente la nuova stagione sportiva terlizzese Parte oggi ufficialmente la nuova stagione sportiva terlizzese Oggi 1 luglio è l'alba di una nuova stagione sportiva
Daniela Zappatore al Sindaco: «Lei governa la città da solo» Daniela Zappatore al Sindaco: «Lei governa la città da solo» Un duro post Facebook della coordinatrice di Città Civile riavvolge il nastro e torna sull'ultimo Consiglio comunale e sulle sue conseguenze a livello politico
Azionato da vandali l'allarme antincendio del 'PalaFiori' Azionato da vandali l'allarme antincendio del 'PalaFiori' I residenti della zona hanno allertato la Polizia Locale. Situazione ristabilita nella mattinata di ieri
Torneremo presto a raccontare di sport e ad esaltarci insieme Torneremo presto a raccontare di sport e ad esaltarci insieme Sensazioni, emozioni e silenzi dalla quarantena
PalaFiori trasformato in autorimessa PalaFiori trasformato in autorimessa Scarsa diligenza di alcuni utenti e maleducazione non aiutano la convivenza in un momento buio per la nazione
Coronavirus, l'attività sportiva prosegue a porte chiuse Coronavirus, l'attività sportiva prosegue a porte chiuse Il mondo dello sport non si ferma e sotto indicazioni del Consiglio dei Ministri continua la stagione senza pubblico e seguendo stringenti direttive
© 2001-2020 TerlizziViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TerlizziViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.