Il sequestro dei Carabinieri
Il sequestro dei Carabinieri
Cronaca

Pensionato di 70 anni con la passione per la marijuana. VIDEO

300 piante tra gli alberi da frutto, arrestato e posto ai domiciliari dai Carabinieri

Un altro colpo è stato messo a segno dai Carabinieri della Tenenza di Terlizzi nella lotta al fenomeno dello spaccio e della produzione di sostanze stupefacenti.

Infatti, ieri mattina, i militari, al termine di un servizio di osservazione di un fondo agricolo, ubicato in località Chiancara-Paù, hanno bloccato e tratto in arresto un insospettabile 70enne molfettese, per il reato di illecita coltivazione di canapa indiana.

Nel suo appezzamento di terreno, vi era una vera e propria piantagione di marijuana, composta da 300 piante dell'altezza media di un metro e mezzo. Le piante rigogliose e ben curate erano sparse in vari punti del fondo agricolo, disposte su più filari oppure raccolte in varie aiuole di diversa dimensione.

Le stesse, in alcuni punti, erano state ben occultate da altri alberi da frutto, che ne rendevano più difficile l'individuazione. Era presente, inoltre, un vero e proprio impianto di irrigazione che serviva quasi tutta la piantagione. L'illecita coltura è stata individuata a seguito di mirati servizi di perlustrazione nelle aree rurali.

Infatti nelle prime ore di ieri mattina, i militari, appostati a ridosso del fondo agricolo, avevano notato che il 70enne, proprietario del terreno, dopo essere giunto sul posto ed essersi assicurato di non essere seguito e osservato da nessuno, si prodigava ad annaffiare, zappare e controllare con molta cura il fogliame delle piante di marijuana.

Per tale motivo, i militari, coordinati dal sottotenente Valter Francesco Crugliano, hanno deciso di intervenire e mettere fine a tale illecita attività. Al termine degli accertamenti, l'uomo, incensurato, su disposizione della Procura della Repubblica di Trani è stato posto agli arresti domiciliari, a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

La sostanza stupefacente, invece, dopo la campionatura per i successivi esami tossicologici, che verranno eseguiti a cura della Sezione Investigazioni Scientifiche del Comando Provinciale di Bari, è stata immediatamente distrutta.
  • Arresti Terlizzi
  • Droga Terlizzi
  • Carabinieri Terlizzi
Altri contenuti a tema
Rubano cavi telefonici in rame ed isolano alcune abitazione circostanti. Arrestati Rubano cavi telefonici in rame ed isolano alcune abitazione circostanti. Arrestati Fermati dai Carabinieri, dopo un breve inseguimento, due bitontini. Rinvenuti anche tronchesi, un'accetta e dei cavi in nylon
Criminalità: aumentano i sequestri di droga, soprattutto cocaina ed eroina Criminalità: aumentano i sequestri di droga, soprattutto cocaina ed eroina I dati resi noti dalla Prefettura di Bari e relativi all'attività di Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia di Stato
Fuochi illeciti nelle campagne, denunciate due persone di Terlizzi Fuochi illeciti nelle campagne, denunciate due persone di Terlizzi L'attività dei carabinieri ha portato in 6 mesi all'individuazione di 4 persone responsabili
Soldi per ritirare una querela. Arrestati due terlizzesi di 57 e 43 anni Soldi per ritirare una querela. Arrestati due terlizzesi di 57 e 43 anni I due sono stati colti in flagranza di reato dai Carabinieri. Avevano chiesto 500 euro ad un 56enne di Molfetta
Bitonto all'assalto dei bancomat francesi: nel gruppo anche un terlizzese di 39 anni Bitonto all'assalto dei bancomat francesi: nel gruppo anche un terlizzese di 39 anni Nei guai anche il sorvegliato speciale Giuseppe Tarantino. Operazione di Polizia e Finanza: sequestrati beni per circa 60 milioni
Presa la banda dei furti d'auto, agivano anche a Terlizzi Presa la banda dei furti d'auto, agivano anche a Terlizzi 14 i colpi accertati, arrestati dai Carabinieri di Matera due pregiudicati di Bitonto
Operazione "Short message", l'ultimo ricercato si consegna ai Carabinieri Operazione "Short message", l'ultimo ricercato si consegna ai Carabinieri Antonio Coppola era temporaneamente in Svizzera. Sale a 43 il numero dei fermati
I Dello Russo-Ficco usati come "ponte" di rifornimento con l'Albania I Dello Russo-Ficco usati come "ponte" di rifornimento con l'Albania 55 gli indagati. A casa di Paolo Ficco rinvenuti un giubbotto antiproiettile e 18.000 euro
© 2001-2019 TerlizziViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TerlizziViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.