L'operazione
L'operazione "Short message"
Cronaca

Operazione "Short message", l'ultimo ricercato si consegna ai Carabinieri

Antonio Coppola era temporaneamente in Svizzera. Sale a 43 il numero dei fermati

Sale a 43 il numero degli arresti nell'ambito della vasta operazione "Short message", il blitz eseguito all'alba del 26 novembre scorso dai Carabinieri dipendenti dalla Compagnia di Tricase.

Ieri mattina, infatti, Antonio Coppola, 27enne di Tricase, si è consegnato spontaneamente ai militari della Stazione di Specchia (i quali hanno avviato le indagini nel 2015 che hanno poi condotto alla maxi retata finale). Gli è stata così notificata l'ordinanza emessa dal giudice per le indagini preliminari di Lecce, Cinzia Vergine, su richiesta del sostituto procuratore Valeria Farina Valaori della Direzione Distrettuale Antimafia salentina.

Coppola era temporaneamente in Svizzera per motivi di lavoro, quando è stata avviata l'operazione. Nello specifico, risponde di alcuni episodi di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Ora si trova nella casa circondariale di Borgo San Nicola, a Lecce.

Con il fermo di Coppola, può realmente dirsi chiuso il cerchio. Perché tutta l'indagine, da cui la ricostruzione minuziosa, era partita proprio da un suo precedente arresto, risalente al 2015. E ora, alla chiusura di tutto, mancava proprio lui, all'appello.

L'inchiesta, che ha riguardato varie località della Puglia, tra cui Terlizzi, ha permesso di stringere le manette ai polsi a soggetti accusati, a vario titolo, di associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso, estorsione e detenzione e porto illegale di armi.

I Carabinieri hanno individuato un fiorente canale di approvvigionamento che sarebbe riconducibile anche ad esponenti di un clan malavitoso dell'area di Terlizzi, nel Barese, quello dei Dello Russo-Ficco, che, a loro volta, si sarebbero riforniti da soggetti di nazionalità albanese.
  • Dello Russo-Ficco
  • Arresti Terlizzi
  • Dello Russo-Ficco Terlizzi
  • Ficco-Dello Russo Terlizzi
  • Carabinieri Terlizzi
Altri contenuti a tema
Operazioni "Porto" e "Pandora", stroncata l'espansione del clan Capriati a Terlizzi Operazioni "Porto" e "Pandora", stroncata l'espansione del clan Capriati a Terlizzi La fotografia fatta dalla Direzione Investigativa Antimafia. Ma in città resta attivo il clan Dello Russo-Ficco
Rubano cavi telefonici in rame ed isolano alcune abitazione circostanti. Arrestati Rubano cavi telefonici in rame ed isolano alcune abitazione circostanti. Arrestati Fermati dai Carabinieri, dopo un breve inseguimento, due bitontini. Rinvenuti anche tronchesi, un'accetta e dei cavi in nylon
Fuochi illeciti nelle campagne, denunciate due persone di Terlizzi Fuochi illeciti nelle campagne, denunciate due persone di Terlizzi L'attività dei carabinieri ha portato in 6 mesi all'individuazione di 4 persone responsabili
Soldi per ritirare una querela. Arrestati due terlizzesi di 57 e 43 anni Soldi per ritirare una querela. Arrestati due terlizzesi di 57 e 43 anni I due sono stati colti in flagranza di reato dai Carabinieri. Avevano chiesto 500 euro ad un 56enne di Molfetta
Bitonto all'assalto dei bancomat francesi: nel gruppo anche un terlizzese di 39 anni Bitonto all'assalto dei bancomat francesi: nel gruppo anche un terlizzese di 39 anni Nei guai anche il sorvegliato speciale Giuseppe Tarantino. Operazione di Polizia e Finanza: sequestrati beni per circa 60 milioni
Presa la banda dei furti d'auto, agivano anche a Terlizzi Presa la banda dei furti d'auto, agivano anche a Terlizzi 14 i colpi accertati, arrestati dai Carabinieri di Matera due pregiudicati di Bitonto
Fiumi di droga nel Salento, altri due arresti nel blitz "Short message" Fiumi di droga nel Salento, altri due arresti nel blitz "Short message" Un 56enne si è consegnato spontaneamente. L'altro, già ai domiciliari, trasferito in carcere
I Dello Russo-Ficco usati come "ponte" di rifornimento con l'Albania I Dello Russo-Ficco usati come "ponte" di rifornimento con l'Albania 55 gli indagati. A casa di Paolo Ficco rinvenuti un giubbotto antiproiettile e 18.000 euro
© 2001-2019 TerlizziViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TerlizziViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.