vescovo e giornalisti
vescovo e giornalisti
Eventi e cultura

Media e linguaggi: i giornalisti a confronto col Vescovo

Ieri l'evento alla Madonna della Rosa di Molfetta nell'ambito della visita pastorale di Mons. Cornacchia

L'importanza di essere giornalisti, comunicatori, mediatori dell'informazione. Il ruolo dei media oggi, nel pieno della "rivoluzione elettronica". Il giornalista visto come antidoto all'appiattimento dell'informazione, alla "dittatura del clic". Questi i temi affrontati ieri nel corso dell'incontro voluto dal Vescovo, Mons. Mimmo Cornacchia, con tutti gli operatori della comunicazione della diocesi Molfetta-Giovinazzo-Terlizzi-Ruvo.

Un appuntamento inedito e interessante. Una visita pastorale nella visita pastorale. In fondo, una chiacchiera tra amici, un modo per conoscersi meglio. E crescere meglio.
Nell'auditorium della parrocchia Madonna della Rosa di Molfetta si parla della Carta di Assisi. Luigi Sparapano, direttore settimanale Luce e Vita - Ufficio Comunicazioni modera l'incontro. Relatore d'eccezione Valentino Losito, consigliere nazionale dell'Ordine dei Giornalisti insieme a Michelangelo Parisi, vicedirettore Ufficio Comunicazioni sociali della diocesi.

«Oggi la libertà deve corrispondere al valore della responsabilità» sottolinea Losito. «La libertà del giornalista oggi non deve trovare una limitazione nel contesto della responsabilità, al contrario nella responsabilità trova compimento la sua libertà e la sua credibilità». Passaggi bellissimi persino per chi, questo mestiere, lo svolge già ogni giorno.

«Serve una nuova grammatica dell'umano - dice ancora Losito - siamo a un tornante della storia dove la circolarità e la velocità dell'informazione rischiano persino di alterare l'informazione stessa. Abbiamo ancora una chance come giornalisti se puntiamo all'approfondimento: i social hanno preso in ostaggio quattro delle cinque "W" dell'informazione (il cosa, il dove, il quando, il come), a noi resta spiegare "il perché" di certi fenomeni sociali». Dunque, l'approfondimento dei fatti, il racconto delle storie, il giornalismo di prossimità quello che inizia dalle periferie delle nostre città».

E a proposito delle città, Sparapano dà spazio alla presentazione di tutte le testate locali di Molfetta, Terlizzi, Ruvo e Giovinazzo. Ci sono, ci siamo, tutti. Dai giornali storici nati trent'anni fa a quelle nate appena qualche tempo fa per mano di giovani. Dai giornali su carta a quelli come noi di Viva Network che percorriamo ogni giorno le strade del digitale.

A raccontare il nostro gruppo editoriale e la nostra esperienza sul campo ci pensa Gianluca Battista, Caporedattore di Giovinazzo, che ripercorre le tappe di questa nuova avventura web, ricordando i continui successi di questi anni, evidenziando l'indipendenza da ogni forma di sovvenzionamento pubblico e sottolineando la necessità, per chi fa il nostro mestiere, di limitare il più possibile sulle nostre pagine social quello che gli anglosassoni definiscono "hate speech", il linguaggio dell'odio. Un linguaggio che, a ben vedere, caratterizza sempre più il dibattito pubblico nell'agorà virtuale e che ogni operatore dell'informazione dovrebbe fermare, combattere, comprimere se possibile.

La chiosa è tutta di sua Eccellenza, che legge San Francesco di Sales, protettore dei giornalisti, nel giorno a lui dedicato ed esorta a raccontare «anche i fatti positivi, a guardare oltre il male ed a scrivere delle tante cose belle che accadono ogni giorno intorno a noi». L'invito di Mons. Cornacchia è poi quello di ricordare sempre l'importanza di essere "corpo unico", non separato dalla società che intendiamo raccontare. Un corpo che sappia veicolare anche messaggi positivi, quindi, che arrivano dalle periferie delle nostre città e delle nostre esistenze.

Lavoriamo anche noi in rete», è l'esortazione finale del buon pastore, rispettando sempre l'essere umano, le cui sorti raccontiamo e fornendo materiale per una riflessione comune costante finalizzata a migliorare le già belle comunità in cui viviamo e lavoriamo.
  • diocesi
  • vescovo
  • mons. domenico cornacchia
  • visita pastorale
Altri contenuti a tema
Visita Pastorale Mons. Cornacchia: le date degli incontri con le parrocchie Visita Pastorale Mons. Cornacchia: le date degli incontri con le parrocchie A Terlizzi si parte dal 24 al 27 ottobre in Concattedrale
Mons. Cornacchia ha fatto visita al mondo produttivo di Terlizzi Mons. Cornacchia ha fatto visita al mondo produttivo di Terlizzi Il Vescovo ai florivivaisti: «Per oltre un quarto di secolo da Altamura passavo da Terlizzi e compravo i fiori che tanto adoro»
Mercatone Uno, Mons. Cornacchia ai lavoratori: «Non sentitevi soli» Mercatone Uno, Mons. Cornacchia ai lavoratori: «Non sentitevi soli» Messaggio del prelato ai dipendenti che stanno vivendo un inizio estate da incubo
Monsignor Cornacchia fa visita al mondo delle imprese Monsignor Cornacchia fa visita al mondo delle imprese Sabato 15 giugno sarà a Terlizzi
Stasera riapre la chiesa del SS Crocifisso Stasera riapre la chiesa del SS Crocifisso Benedizione di Mons. Cornacchia alle ore 19.30
I sorrisi degli sportivi terlizzesi per Mons. Cornacchia I sorrisi degli sportivi terlizzesi per Mons. Cornacchia Ieri la Visita Pastorale del Vescovo alle società. Grande festa al PalaFiori per un evento da ricordare a lungo
Stasera Mons. Cornacchia fa visita al mondo dello sport terlizzese Stasera Mons. Cornacchia fa visita al mondo dello sport terlizzese Visita Pastorale a società ed atleti. Appuntamento alle 20.00 al PalaFiori
Si parte con la prima edizione Apulia Web Fest Si parte con la prima edizione Apulia Web Fest Nel cortile della Ex Convento Immacolata, alle ore 9:00, si terrà l’inaugurazione. Alle 18 Mons. Cornacchia ospite della Conferenza sul Mediterraneo
© 2001-2019 TerlizziViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TerlizziViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.