Le campagne
Le campagne
Territorio

Maltempo in città, Coldiretti: «Danni incalcolabili a ciliegie e ortaggi»

Malerba: «Ho visto con i miei occhi produttori agricoli terlizzesi piangere e disperarsi"

Forti temporali si sono abbattuti sulla Puglia nel primo pomeriggio di ieri. E a Terlizzi si è verificata una grandinata che ha provocato disagi alla viabilità fuori dai centri abitati, soprattutto lungo le strade extraurbane.

La Coldiretti Puglia in una nota esprime «preoccupazione» per i danni che l'ondata di maltempo sta provocando nelle campagne, per le ciliegie ma anche per i vigneti scoperti e per gli ortaggi in piena aria. «Non c'è tregua quest'anno per le ciliegie - dice il presidente di Coldiretti Puglia, Gianni Cantele - a causa del clima impazzito che ha rovinato prima le varietà precoci e ora sta spaccando la ciliegia Ferrovia».

«Si tratta di eventi calamitosi di eccezionale gravità che necessitano di risposte concrete quanto tempestive. E proprio in questi momenti di emergenza - continua Cantele - è fondamentale riconoscere agli imprenditori agricoli un ruolo incisivo nella gestione del territorio, dell'ambiente e delle aree rurali, perché grazie alla cura che hanno del territorio i fenomeni metereologici di tale gravità non hanno effetti ancor più drammatici a carico della collettività».

«Non è stato risparmiato praticamente alcun comune - aggiunge il direttore di Coldiretti Bari, Marino Pilati - da Corato, Molfetta, Bisceglie fino a Turi, Castellana, Putignano. Si è formata una coltre di grandine alta fino a 20 centimetri. Oltre ai danni incalcolabili su ciliegie e ortaggi, sono in difficoltà le aziende zootecniche perché il foraggio per l'alimentazione degli animali era stato appena sfalciato e risulta inutilizzabile».

Sull'argomento è intervenuto anche il consigliere comunale Francesco Malerba: «Ho visto con i miei occhi produttori agricoli terlizzesi padri di famiglia piangere e disperarsi per gli ingenti danni subiti alla proprie colture. Gravi danni hanno subito le nespole, le pesche e le albicocche, già pronte per essere raccolte. Le istituzioni intervengano immediatamente per quantificare i danni che il comparto agricolo sta subendo. Entro domani invierò una lettera all'assessore al ramo Raffaele Anna Cataldi».

Il clima impazzito, ormai una costante in Puglia, determina - secondo Coldiretti - «la maturazione precoce dei prodotti agricoli e la conseguente caduta libera dei prezzi in campagna. Mandorli e peschi in fiore a febbraio. Mimose già pronte a gennaio. Maturazione contemporanea degli ortaggi in autunno. Il caldo anomalo e le precipitazioni violente rischiano ormai ogni anno di incrinare l'andamento del settore agricolo pugliese».
  • Grandinata
Altri contenuti a tema
Grandine: ulivi, mandorli, ciliegi, fioroni i più colipiti a Terlizzi Grandine: ulivi, mandorli, ciliegi, fioroni i più colipiti a Terlizzi Il sindaco Gemmato: "Sono vicino agli agricoltori"
© 2001-2019 TerlizziViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TerlizziViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.