Foto di gruppo a Rivello
Foto di gruppo a Rivello
Religioni

Gemellaggio Terlizzi-Rivello: alla Festa Maggiore parteciperà la delegazione lucana

La Pro Loco è già al lavoro per ricambiare l'ospitalità

La trasferta di Rivello ha avuto inizio sin dalle prime luci dell'alba di domenica 18 luglio 2021: una cinquantina di terlizzesi – tra amministrazione comunale, Pro Loco, Comitato Feste Patronali e Associazione Festa Maggiore – nel nome della Madonna di Sovereto, ha avuto a cuore il compimento effettivo del gemellaggio tra le due comunità tanto da volerlo sancire finalmente in presenza, dopo gli atti preparatori dei mesi passati, superando le distanze imposte per lungo tempo dalla pandemia.

Una data da iscrivere negli "Annales" della storia di Terlizzi: la fede verso la Vergine Maria investita dello stesso titolo da ricondursi a Sovereto ha costruito un ponte tra la nostra cittadina pugliese in piena pianura e il borgo lucano che sorge su tre colli.

Si scrutano i segni del tempo ma la testimonianza del culto rimane scolpita sul territorio e nell'intima interiorità dei suoi abitanti: mille anni circa nei terlizzesi, duecento anni esatti nei rivellesi. Tanto è vivido questo legame con la Madre Celeste "di" e "del" Sovereto che è stato fortemente emozionante vedere accostati il simulacro ligneo rivellese e le riproduzioni donate ai nuovi amici lucani dell'iconografia bizantina di Terlizzi.

Di certo, si è rivelato coinvolgente e impattante assistere a quanta armonia e vicinanza di spirito possa creare l'affidarsi a uno stesso Credo, sorto in entrambi i casi con la fede di un uomo e cresciuto successivamente con la fede di un popolo: il pastorello bitontino che scoprì l'effigie in loco Suber e il calderaio rivellese Pasquale Priante che invocò la Madonna di Sovereto a seguito di un malore.

Radici medesime connotano le identità di Terlizzi e Rivello, due collettività così geograficamente distanti e diverse saldate da un vincolo di sorellanza divina. E tuttavia, l'accoglienza calorosa nella cappella della Madonna del Sovereto non avrebbe potuto verificarsi se non ci fosse stato l'impegno strenuo delle mani terrene di chi si è profondamente sentito parte di un progetto così ambizioso.

Le Pro Loco locali insieme alle relative Unpli regionali sono state le principali attrici protagoniste di questo evento, che sarà ricordato nelle decadi a venire per la sua unicità. Un gemellaggio ad oggi che è stato sottoscritto tra tali enti ma che presto sarà formalizzato tra le amministrazioni comunali, cosicché potrà effettivamente disquisirsi di gemellaggio tra Comuni, a seguito dell'espletamento di procedure più schiettamente burocratiche.

Eppure, a prescindere dalla traduzione in atti giuridici del prossimo futuro, domenica scorsa le cariche istituzionali hanno comunque preso parte in fascia tricolore a una manifestazione dal carattere religioso e culturale, a voler suggellare in maniera anticipata le collaborazioni che verranno. Che sia questo, quindi, un trampolino di lancio per iniziative formative e turistiche che possano arricchire il bagaglio folcloristico di entrambe le collettività.

Moltissima gratitudine da parte di Rivello nei confronti di Terlizzi la quale è stata omaggiata in maniera più che solidale: hanno persino presenziato le proprietarie del santuario rivellese, Cristina e Rossella Brandi che per l'occasione sono giunte da Roma ove ormai vivono stabilmente.

Una cerimonia liturgica allegra e vivace, ma al tempo stesso solenne e simbolica: le parole di don Franco Vitagliano, parroco della Concattedrale terlizzese, hanno risuonato potenti nello scorcio suggestivo del potentino, «Cristo ha fatto di due popoli una sola cosa, chiamiamoci col nome di fratelli». Un messaggio emblematico e sempre attuale che si è ben conciliato con il tributo a Don Tonino Bello, vescovo amatissimo della nostra diocesi, attraverso l'esecuzione del brano sacro dal titolo "Maria Donna dei nostri giorni" da parte del Maestro Fabio D'Amato.

Terlizzi ha fatto del suo meglio per gettare le fondamenta di un interscambio culturale e di un'interconnessione di valori su cui lavorare in maniera proficua. Il prossimo step, come assicura Franco Dello Russo, presidente della Pro Loco terlizzese, consiste nell'ospitare l'8 e il 9 agosto la delegazione rivellese così da renderla spettatrice della nostra Festa Patronale.

«La visita a Rivello da parte di una folta rappresentanza della comunità di Terlizzi, con la presenza del Sindaco Gemmato, è stata la prima significativa occasione per avviare uno scambio di esperienze e per costruire un rapporto di collaborazione e di amicizia fra i nostri Comuni», è l'affermazione piena di gaudio e soddisfazione di Francesco Altieri, sindaco di Rivello, nell'esternare la sua volontà di alimentare un circolo virtuoso insieme al primo cittadino Ninni Gemmato.

«Il legame rappresentato dalla devozione alla Madonna del Sovereto, che ha già prodotto il gemellaggio fra le rispettive Pro Loco, saprà certamente guidare anche il gemellaggio fra i nostri comuni, come abbiamo già informalmente condiviso col Sindaco di Terlizzi. Avremo così innanzitutto il piacere di ricambiare la visita in occasione della festa della Madonna di Terlizzi il prossimo 8 agosto, ma avremo soprattutto l'occasione di conoscere da vicino la cittadina pugliese, col suo Santuario, le sue tradizioni, il suo pregiato artigianato artistico».
Sottoscrizione protocollo gemellaggioProtocollo dintesa
  • Pro Loco
  • Gemellaggio Terlizzi-Rivello
Altri contenuti a tema
Terlizzi e Rivello unite nel nome di Maria SS di Sovereto. Tutte LE FOTO Terlizzi e Rivello unite nel nome di Maria SS di Sovereto. Tutte LE FOTO Ieri sancito il gemellaggio con la cittadina lucana
Gemellaggio Terlizzi-Rivello: tutto pronto per la sottoscrizione del protocollo d'intesa Gemellaggio Terlizzi-Rivello: tutto pronto per la sottoscrizione del protocollo d'intesa La Santa Messa sarà trasmessa sulle pagine Facebook di Pro Loco, Comitato Feste Patronali e Associazione Festa Maggiore
Polo Liceale e Pro Loco Terlizzi per ricordare don Pietro Pappagallo e Gioacchino Gesmundo Polo Liceale e Pro Loco Terlizzi per ricordare don Pietro Pappagallo e Gioacchino Gesmundo L'evento si terrà mercoledì 14 marzo
La Pro Loco Unpli di Terlizzi alla BIT di Milano La Pro Loco Unpli di Terlizzi alla BIT di Milano Dello Russo: «Noi presenti con due iniziative»
"Paesaggi ed atmosfere tra realtà e fantasia": stasera l'inaugurazione "Paesaggi ed atmosfere tra realtà e fantasia": stasera l'inaugurazione Appuntamento alle 19.30 nel Chiostro delle Clarisse
La Pro Loco di Terlizzi alla "Giornata del folklore" di Matera La Pro Loco di Terlizzi alla "Giornata del folklore" di Matera A rappresentarla sarà Emma Ceglie
Stasera la sfilata di attacchi d'epoca e la danza aerea dalla Torre dell'Orologio Stasera la sfilata di attacchi d'epoca e la danza aerea dalla Torre dell'Orologio Il programma della manifestazione ideata dalla Pro Loco Terlizzi
Più di cent'anni di scatti in una mostra che racconta la Festa Maggiore Più di cent'anni di scatti in una mostra che racconta la Festa Maggiore Oltre 500 visitatori al giorno per l'esposizione ideata e pensata da Franco Dello Russo e Pietro Guastamacchia
© 2001-2021 TerlizziViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TerlizziViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.