ospedale pediatrico giovanni XXIII
ospedale pediatrico giovanni XXIII
attualità

E' guarita la bambina di Terlizzi colpita da SEU

La mamma scrive ai medici del "Giovanni XXIII"

La bambina terlizzese colpita a inizio mese da una infezione da Seu, la sindrome emolitico-uremica, è guarita e sta bene. Dopo il ricovero presso il reparto di Nefrologia del «Giovanni XXIII» di Bari, la piccola è tornata a riabbracciare i suoi genitori e la sua sorellina più grande.

Il suo era stato il secondo caso di Seu del 2018 in Puglia e il primo di questa estate (la malattia colpisce in maniera più frequente durante i mesi caldi dell'estate) ma i medici di Bari sono riusciti a intervenire tempestivamente sottoponendo la piccola a dialisi e ad altri protocolli specifici.

E' davvero a lieto fine la storia di questa bambina iniziata con problemi afferenti l'apparato gastrointestinale (sintomi tipici della patologia). Poi la risposta agghiacciante da parte dei medici che avevano comunicato ai genitori la gravità della diagnosi. Ma sono state proprio la preparazione e la professionalità di tutto lo staff dell'unità operativa di Nefrologia del Pediatrico di Bari, guidata dal dirigente Mario Giordano, a scongiurare il peggio e a strappare la piccola da possibili complicazioni. Oggi la bambina è tornata a giocare senza nessun altro problema, è guarita e soprattutto non è più contagiosa. La mamma ha scritto una lettera commovente ai medici del Pediatrico che l'hanno seguita ringraziandoli di cuore per aver restituito la vita a sua figlia.

La Seu, la sindrome emolitico-uremica, è una patologia rara, una infezione, che colpisce bambini e ragazzi dai 2 ai 15 anni: si manifesta come una complicanza di un'infezione intestinale batterica, sostenuta da ceppi di Escherichia coli. L'infezione può esordire con diarrea (spesso muco-emorragica), vomito, intenso dolore addominale e sonnolenza e si trasmette attraverso alimenti di origine animale contaminati in fase di produzione o di lavorazione, appure ingerendo ortaggi o frutti coltivati su terreni fertilizzati o irrigati con reflui da allevamenti bovini infetti. Il contagio da persona a persona può avvenire solo per via oro-fecale (quindi l'attenzione si presta agli indumenti a contatto con le feci).
  • ospedale pediatrico
Altri contenuti a tema
Bambina terlizzese di 4 anni ricoverata per Seu Bambina terlizzese di 4 anni ricoverata per Seu Le sue condizioni di salute sono stabili: seguita al "Giovanni XXIII"
L'Asl assicura sui casi di Seu, nessuna emergenza: attenzione all'igiene alimentare L'Asl assicura sui casi di Seu, nessuna emergenza: attenzione all'igiene alimentare La grave infezione intestinale che ha ucciso una bambina a Bari ha colpito altri due bambini ad Altamura
La Befana ha anche il volto di Nino Barione La Befana ha anche il volto di Nino Barione Regali e doni ai bambini dell'ospedale pediatrico di Bari
© 2001-2018 TerlizziViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TerlizziViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.