Vito D'Amato
Vito D'Amato
Politica

D'Amato risponde a Gemmato sulla mobilitazione contro il nuovo Governo

Il Consigliere di Città Civile: «Non vi è stato alcun complotto. Fratelli d'Italia dimentica le regole base»

Riportiamo la nota integrale apparsa sulla pagina Facebook di Città Civile a firma del Consigliere comunale Vito D'Amato, il quale ha inteso rispondere all'Onorevole Marcello Gemmato di Fratelli d'Italia che ha chiamato a raccolta i pugliesi per scendere in piazza contro il nascente Governo di sinistra formato da MoVimento 5 Stelle, Partito Democratico e, molto probabilmente, Liberi ed Uguali.

Marcello mi stupisci... in estrema sintesi, sostenete che sia in corso un "ribaltone" che sta sovvertendo la volontà popolare e che "viene da lontano", essendo stato ordito ai suoi danni nelle segrete stanze degli intrighi politici per tagliarlo fuori dal governo.
Farei sommessamente notare che:
1. viviamo in una democrazia parlamentare, nella quale l'incarico di governo non viene attribuito dal "popolo" ma dal Presidente della Repubblica: così è stato per il cosiddetto "governo giallo-verde", così sarebbe per il cosiddetto "governo giallo-rosso" e per qualsiasi altro governo che fosse sostenuto da una maggioranza parlamentare;
2. alle scorse elezioni politiche la Lega ha conseguito il 17,35%, contro il 18,76% del Partito Democratico e il 32,68% del Movimento 5 Stelle: dunque Salvini è stato il primo ad approfittare del predetto sistema, che ora finge di ignorare, avendo avuto la possibilità di governare pur avendo conseguito meno voti degli altri due partiti e pur non essendosi presentato agli elettori in coalizione con uno dei due;
3. il "popolo" non ha mai deciso che la Lega ed il Movimento 5 Stelle governassero insieme, né che il Movimento 5 Stelle governasse col Partito Democratico, né che chiunque governasse con chiunque altro: dunque la parola "ribaltone" non ha alcun senso, semplicemente perché nel nostro sistema istituzionale decidere chi governa non spetta, né è mai spettato, al "popolo";
4. non vi è stato alcun complotto che "viene da lontano" ai danni di Salvini, visto che a provocare la crisi di governo non sono stati fantomatici congiurati riunitisi in altrettanto fantomatiche "segrete stanze", ma lo stesso Salvini, il quale a un certo punto ha deciso di sfasciare l'esecutivo di cui faceva parte ed è pertanto l'unico ad aver operato, maldestramente, contro se stesso.
In buona sostanza, dunque, Salvini ha commesso una serie di madornali errori: e adesso, anziché prendersela con se stesso, se la prende con gli altri.
E voi Fratelli dimenticando le regole base, demagogicamente e ignorantemente raccontate le stesse frottole.

Vito d'Amato , consigliere comunale di città civile.
  • Città Civile
  • Vito D'Amato
  • Marcello Gemmato
  • Crisi di Governo
Altri contenuti a tema
Detassazione indennità di residenza per farmacisti rurali, Governo accoglie ordine del giorno Gemmato Detassazione indennità di residenza per farmacisti rurali, Governo accoglie ordine del giorno Gemmato La nota del deputato terlizzese
PD, Città Civile e La Corrente: «Terlizzi sia scorta civica per Liliana Segre» PD, Città Civile e La Corrente: «Terlizzi sia scorta civica per Liliana Segre» Le opposizioni in Consiglio comunale accolgono l'appello della Diocesi e chiedono al Sindaco Gemmato di essere a Milano martedì prossimo
Marcello Gemmato durissimo sulla mafia nigeriana Marcello Gemmato durissimo sulla mafia nigeriana Le sue dichiarazioni dopo l'arresto a Bari di 32 persone
Daniela Zappatore è il nuovo Segretario di Città Civile Daniela Zappatore è il nuovo Segretario di Città Civile Dal congresso cittadino arriva l'apertura alle forze di centrosinistra
Questa sera il congresso cittadino di Città Civile Questa sera il congresso cittadino di Città Civile Previsti l'elezione del segretario ed il rinnovo del direttivo
Il 29 novembre c'è il V Congresso di Città Civile Il 29 novembre c'è il V Congresso di Città Civile In programma anche l'elezione del nuovo coordinatore cittadino
Città Civile sul "Millico": «Siamo al teatro dell'assurdo» Città Civile sul "Millico": «Siamo al teatro dell'assurdo» Contestato un post del Sindaco in cui si preannunciava una apertura imminente della struttura
Città Civile chiede cittadinanza onoraria per Liliana Segre Città Civile chiede cittadinanza onoraria per Liliana Segre L'iniziativa dopo la necessità di mettere sotto scorta la senatrice reduce dei campi di sterminio di Auschwitz
© 2001-2019 TerlizziViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TerlizziViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.