In chiesa con la mascherina
In chiesa con la mascherina

Una Festa Maggiore che passerà alla storia

Alcune considerazioni a margine di una tre giorni inedita

Anomala, inedita, senza precedenti. Aggettivazioni ed espressioni che si attagliano perfettamente alla Festa Maggiore 2020 e che rendono l'idea di una tre giorni che, a suo modo, passerà alla storia.

La Festa della Madonna di Sovereto ai tempi del Covid-19, si dirà tra qualche anno e nei prossimi decenni, sperando che il morbo venga sconfitto e lasci una Terra già martoriata dai conflitti e da una umanità che non sa proprio convivere in pace.

Le diane del mattino, che hanno svegliato i terlizzesi nella domenica del Pontificale, insieme alla banda ed a qualche bancarella, sono state l'unico segno tangibile non liturgico di una festa necessariamente in tono minore.

Non liturgico, appunto, perché a ben guardare, la Festa Maggiore è stata quest'anno soprattutto e giustamente quello: liturgia e preghiera. Dovrebbe essere così sempre, ma senza volerci prendere in giro non lo è mai, perché la gente aspetta la Madonna da Sovereto, le processioni come manifestazione della pietà popolare e soprattutto il Carro Trionfale, la macchina invidiata in tutta Italia su cui si riversa devozione e un paganesimo moderno, misto a tradizione locale inscalfibile. Le curve ardite, i manovratori trafelati, l'urlo che dalla folla accalcata sale. Niente, non c'è stato niente di tutto questo.

Poi tutto come in foto, col Comitato Feste a lottare per dare un minimo di sorriso ad una comunità provata, mascherina munito anche in chiesa, soprattutto in chiesa (altrove un po' meno). Un sorriso che neanche si può vedere sotto quelle (necessarie) protezioni.

Nulla di questo c'è stato, solo qualche ritrovo con amici e parenti, qualche rito laico (e culinario) privatissimo tra quattro mura e lunghe passeggiate col centro chiuso al traffico. Va da sé che bisogna accontentarsi, pregare, affidarsi a Maria (per chi crede) ed accontentarsi di questo poco, che poco non è se ci si volta indietro di qualche mese.

L'auspicio è senza dubbio alcuno quello di ritrovarsi tra un anno sereni, con la possibilità di guardare al futuro senza incognite, senza la malattia e la morte che incombano ancora sulle nostre già travagliate esistenze.

Ecco, di questo dovremmo implorare Maria: che per intercessione, il Figlio suo possa ridarci serenità e pace nei cuori e appena mettiamo il naso fuori di casa.

Venti venti, si dirà tra qualche decennio, la Festa nel periodo del virus. Le nostre foto ed i nostri articoli faranno archivio e diverranno, nostro malgrado, storia cittadina.



  • festa maggiore
  • festa madonna di sovereto
Altri contenuti a tema
Festa Maggiore, la falegnameria Cataldo costruirà il Carro Trionfale Festa Maggiore, la falegnameria Cataldo costruirà il Carro Trionfale Imminente l’inizio dei lavori
Le luminarie della Festa Maggiore per omaggiare i fiori Terlizzi Le luminarie della Festa Maggiore per omaggiare i fiori Terlizzi Pansé ricadenti realizzate dall'azienda salentina che si è aggiudicata l'allestimento
"Estate a Terlizzi": il programma di domenica 7 luglio "Estate a Terlizzi": il programma di domenica 7 luglio Conclusione per "Fiori e Fioroni" e II edizione di "Piccoli timonieri tra gioia e tradizione"
Iniziato l'allestimento delle luminarie della Festa Maggiore Iniziato l'allestimento delle luminarie della Festa Maggiore Saranno curate da un'azienda salentina
Festa Maggiore 2024, il Comitato elimina striscioni pubblicitari da piazza Cavour Festa Maggiore 2024, il Comitato elimina striscioni pubblicitari da piazza Cavour La spiegazione ufficiale della decisione in una nota pubblicata sui canali social
Torna l’appuntamento a Terlizzi con "Piccoli timonieri tra gioia e tradizione" Torna l’appuntamento a Terlizzi con "Piccoli timonieri tra gioia e tradizione" Lo speciale evento dedicato a bimbe e bimbi si terrà il 7 luglio
Festa Maggiore 2024: i Cugini di Campagna ospiti a Terlizzi Festa Maggiore 2024: i Cugini di Campagna ospiti a Terlizzi Il concerto completamente gratuito si terrà in Piazza Cavour
Festa Maggiore 2024,  l'8 giugno svelato il "dietro le quinte" Festa Maggiore 2024, l'8 giugno svelato il "dietro le quinte" Chi vorrà potrà già riservare un posto per il proprio bambino/bambina sul Carro Trionfale
© 2001-2024 TerlizziViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TerlizziViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.