Truffe telematiche
Truffe telematiche
Cronaca

Truffa telematica anche a Terlizzi: presa di mira Poste Italiane

I truffatori prima inviano sms sul cellulare e poi chiamano la vittima

Dilagano le truffe telematiche volte a carpire dati sensibili per svuotare i conti correnti o le carte di credito. Il "phishing" è un reato posto in essere da un soggetto che, fingendosi un operatore di un ente affidabile in una comunicazione digitale, inganna la vittima convincendola con artifici e raggiri a fornire informazioni personali e codici di accesso.

È di questi giorni l'ennesima truffa perpetrata sotto le mentite spoglie di Poste Italiane. Sul cellulare giunge un sms dall'apparente mittente "PosteInfo" col seguente testo: "Gentile cliente stiamo sospendendo la sua carta per evitare il blocco aggiorni al seguente link"...

Una poca avvedutezza, unita al timore di poter subire un potenziale danno ai propri prodotti postali, può indurre l'utente a cliccare sul sito artatamente creato dai truffatori. Nella malaugurata ipotesi in cui si dovesse cadere nella trappola, comparirà una schermata che a primo acchito sembrerà essere la stessa di quella ufficiale proposta da Poste Italiane. Saranno richiesti nome utente e password il cui inserimento condurrà a una seconda schermata in cui viene domandato il numero di carta.

Sono due gli scenari che qui si aprono: nella prima ipotesi si abbocca e si digita il codice richiesto così da portare a consumazione la truffa e spianare la strada per appropriarsi del denaro; nella seconda evenienza ci si accorge per tempo del messaggio decettivo e ci si astiene dallo scrivere il numero di carta.

In tale ultimo caso, è molto probabile che la truffa rimanga a uno stadio di tentativo lasciando a bocca asciutta i raggiratori. Tuttavia, è in questo momento che scatta la seconda fase del piano criminoso: dopo alcuni minuti dal mancato completamento della procedura sul precedente sito, potrebbe giungere una telefonata dal numero +393509913925.

Dall'altro capo del telefono, una voce maschile, senza qualificarsi, chiede come mai l'operazione non è stata condotta a termine. La voce è un po' impastata, le informazioni fornite sono vaghe ed elusive alle domande poste sull'eventuale blocco della carta: l'imbroglione spenderà del tempo a convincere la sua preda a fornire al più presto il numero di carta richiesto, invitandola anche ad attivare un apposito conto esterno.

Una condotta aggressiva e invasiva, dunque, mira a confondere la persona offesa. Al che bisogna avere la prontezza di interrompere la telefonata e contattare la Polizia Postale. È utile inviare via mail una segnalazione dell'episodio delinquenziale alla sezione di Bari all'indirizzo poltel.ba@poliziadistato.it
  • truffa
Altri contenuti a tema
Attenzione, è tornata la truffa dello specchietto Attenzione, è tornata la truffa dello specchietto Due episodi segnalati sulla statale 16 bis
Nuova truffa: 200 euro in prestito e due orologi a garanzia Nuova truffa: 200 euro in prestito e due orologi a garanzia La testimonianza di una vittima
Truffa dello specchietto rotto, attenti alla zona di via Sovereto Truffa dello specchietto rotto, attenti alla zona di via Sovereto La testimonianza di una vittima scampata per un pelo
Lavoro e Garanzia Giovani, la truffa arriva via email Lavoro e Garanzia Giovani, la truffa arriva via email Una falsa email annuncia un colloquio di lavoro, ma spilla solo soldi
83enne truffata a Terlizzi da un finto amico del figlio 83enne truffata a Terlizzi da un finto amico del figlio Un altro caso di truffa ad anziani, ecco i consiglieri dei Carabinieri
Auto ferma al centro della strada: attenzione, potrebbe essere una truffa! Auto ferma al centro della strada: attenzione, potrebbe essere una truffa! Episodio inquitante sulla provinciale 108 capitato a una donna di Mariotto
Finti incidenti sulla ex 98: continuano i casi di truffe ai danni di anziani e donne Finti incidenti sulla ex 98: continuano i casi di truffe ai danni di anziani e donne L'ultimo caso ha coinvolto la sorella dell'assessore Cagnetta. Secondo le denunce, l'autore sarebbe un uomo sulla sessantina
L'allarme su Facebook: un truffatore si aggira sulla ex 98, non accostate L'allarme su Facebook: un truffatore si aggira sulla ex 98, non accostate Lancia sassi in fase di sorpasso simulando un urto e intimando di accostare. E' un raggiro.
© 2001-2022 TerlizziViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TerlizziViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.