carabinieri
carabinieri
Cronaca

Schiaffi e pugni al barista davanti ai bambini: confermato l'arresto dei due albanesi

Il giorno della Festa Maggiore avevano aggredito e minacciato con un coltello il titolare del Clock

E' stato convalidato l'arresto in flagranza di reato dei due albanesi catturati dai carabinieri di Terlizzi il giorno della festa maggiore. I due cittadini extracomunitari di origini albanesi, con dimora nella città dei fiori, sono accusati dei reati di estorsione aggravata, danneggiamento aggravato, violenza e resistenza a pubblico ufficiale. I due fermati, entrambi non in regola con i documenti di soggiorno, in seguito all'arresto sono stati condotti, su disposizione della Procura di Trani, presso la Casa Circondariale della medesima città mentre il coltello nella disponibilità di uno degli arrestati, è stato sequestrato. Nel pomeriggio di ieri, gli arresti sono stati convalidati e per uno degli uomini, con precedenti specifici per questo genere di reati, è stata disposta la permanenza in carcere, mentre per il secondo, incensurato, è stato disposto l'obbligo di dimora.

Come si ricorderà, l'arresto è scattato a seguito di diverse richieste di intervento, pervenute al "112" da parte di alcuni avventori del bar Clock nella centralissima Piazza Cavour, i quali, impauriti, sono stati costretti ad assistere a delle scene di violenza. I fatti si sono verificati mentre erano in corso i festeggiamenti della festa patronale in onore della Madonna di Sovereto e la piazza era gremita di tantissima gente. Nel locale, due cittadini albanesi, intenti a consumare delle birre, alla richiesta di pagamento avanzata dal titolare, hanno pensato bene di colpirlo con schiaffi e pugni, minacciandolo di morte e brandendo tra i diversi avventori, molti dei quali bambini, un coltello, per costringe lo sfortunato barista a servire loro ancora da bere. Non paghi delle loro gesta e vedendosi negate le ulteriori consumazioni, i due uomini hanno quindi danneggiato il locale mandando in frantumi diverse bottiglie presenti sul bancone. A quel punto sono arrivati i Carabinieri che, intervenendo in forze, dopo una breve colluttazione, li hanno tratti in arresto. Durante le fasi di contenimento dei due arrestati, è stata danneggiata anche un'autovettura di servizio dell'Arma.
  • carabinieri
Altri contenuti a tema
La criminalità barese puntava al Mercato dei Fiori: il Comune si costituisce parte civile La criminalità barese puntava al Mercato dei Fiori: il Comune si costituisce parte civile Iniziato oggi il processo "Pandora"
Intrusione nella scuola di viale Indipendenza, trovate tracce di sangue Intrusione nella scuola di viale Indipendenza, trovate tracce di sangue Il dirigente scolastico ha sporto denuncia ai Carabinieri
Commerciante ferita dopo aver scoperto banconota falsa Commerciante ferita dopo aver scoperto banconota falsa Sul posto polizia locale e carabinieri
90 grammi di hashish in casa, arrestato un 47enne 90 grammi di hashish in casa, arrestato un 47enne Operazione dei Carabinieri: nell'abitazione dell'uomo rinvenuti anche 330 euro. Disposti i domiciliari
Ladri in una villa, fuggono via alla vista delle guardie giurate Ladri in una villa, fuggono via alla vista delle guardie giurate Intervento di Vigilanza Apulia
Auto in fiamme nella notte nel centro storico. Il rogo in via Cialdini Auto in fiamme nella notte nel centro storico. Il rogo in via Cialdini Prezioso l'intervento dei Vigili del Fuoco. Distrutta una Fiat Punto, danneggiata una Renault Scenic
Tentato furto alla scuola "Gesmundo", preso ladro in bicicletta Tentato furto alla scuola "Gesmundo", preso ladro in bicicletta Intervento dei carabinieri e della Vigilanza Apulia
I Dello Russo-Ficco rifornivano di droga il Salento I Dello Russo-Ficco rifornivano di droga il Salento Quattro i terlizzesi coinvolti: Michela De Ruvo, Giambattista De Sario, Roberto Dello Russo e Paolo Ficco
© 2001-2019 TerlizziViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TerlizziViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.