ambulanza
ambulanza
Cronaca

Litigano per un muretto a secco: uno dei due ferito a morsi

Punti di sutura a una mano dopo una lite in campagna in località Gurgo

La solita discussione tra confinanti di campagna, le parole che salgono di tono, il cellulare che riprende l'altro e lo scambio di accuse che prima sfocia in una furiosa rissa e poi in una corsa all'ospedale.

È finita alle mani, anzi a morsi, la querelle tra due agricoltori terlizzesi proprietari di due fondi agricoli contigui in località Gurgo lungo la provinciale 112 che collega Terlizzi a Molfetta. Il fatto è accaduto l'altro ieri, in mattinata, proprio mentre uno dei due contendenti si trovava alla guida di un trattore con tanto di frantumasassi a rimorchio.

Al centro della discussione, il muretto a secco divisorio che si trova tra le due proprietà: uno dei due agricoltori ha cominciato infatti ad accusare il collega di passare troppo vicino al confine così da investire nella triturazione anche le pietre del prezioso muretto a secco. Probabilmente si è trattato di un confronto un po' troppo vivace, anche se non inedito, se è vero com'è vero che chi accusava a parole ha anche pensato bene questa volta di riprendere la scena con il proprio telefonino così da avere come prova un videoclip del trattore e del frantumasassi in azione.

Una scelta che evidentemente non è stata molto gradita visto che, stando al racconto del denunciante, l'altro sarebbe sceso dal trattore per togliergli di mano il telefonino… a morsi. Insomma, dalle parole si sarebbe passati alle mani. Uno dei due ha riportato ferite superficiali tanto da dover recarsi in ospedale "Michele Sarcone" di Terlizzi dove i sanitari gli hanno messo tre punti di sutura alla mano destra.

La vicenda è finita in denuncia ai Carabinieri della locale Tenenza: ai militari terlizzesi toccherà ora accertare i fatti e forse provare a riportare pace in quel pezzo di campagna.
  • carabinieri
  • ospedale
Altri contenuti a tema
Screen mammografici a vuoto, Emiliano ha gli indirizzi sbagliati Screen mammografici a vuoto, Emiliano ha gli indirizzi sbagliati I Cinque Stelle criticano la gestione della Regione Puglia sulle politiche di prevenzione
Spacciava droga in casa vicino alla Cattedrale, arrestato Spacciava droga in casa vicino alla Cattedrale, arrestato I Carabinieri sono arrivati a lui dopo aver pedinato giovani acquirenti
1 Movimento ospedale unico del Nordbarese, Albrizio prende il posto di Spaccavento Movimento ospedale unico del Nordbarese, Albrizio prende il posto di Spaccavento «Il progetto della Carta di Ruvo va avanti» assicura Albrizio alla sua prima uscita pubblica da coordinatore
Ospedale Terlizzi, «si rischia di sprecare 13 milioni di euro» Ospedale Terlizzi, «si rischia di sprecare 13 milioni di euro» Interrogazione parlamentare da parte dell'on. Marcello Gemmato
Ancora stallo nell'ospedale di Terlizzi, la protesta dei sindacati Fials e Confsal Ancora stallo nell'ospedale di Terlizzi, la protesta dei sindacati Fials e Confsal Chirurgia e Medicina accorpate, disagi e rischio infezioni
Ospedale, il sindaco Gemmato a Emiliano: «Rispettare norme di sicurezza» Ospedale, il sindaco Gemmato a Emiliano: «Rispettare norme di sicurezza» Dura lettera del sindaco di Terlizzi all'indirizzo dei vertici dell'Asl Bari
Ospedale, l'ira di Marcello Gemmato: «Disegno preordinato di svuotamento del nosocomio terlizzese» Ospedale, l'ira di Marcello Gemmato: «Disegno preordinato di svuotamento del nosocomio terlizzese» Critiche da parte del parlamentare di Fratelli d'Italia all'accorpamento di Medicina e Chirurgia
1 Chirurgia e Medicina accorpati, altro colpo all'integrità dell'ospedale di Terlizzi Chirurgia e Medicina accorpati, altro colpo all'integrità dell'ospedale di Terlizzi Il direttore di Chirurgia esprime disaccordo rispetto alla decisione della direzione medica
© 2001-2018 TerlizziViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TerlizziViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.