Piigs
Piigs
attualità

Il dibattito nel Chiostro della S. Maria «Tornare alla Lira per stare bene?»

Conclusa la rassegna di cineconomia sulla recessione economica

Nel cuore della Festa Maggiore, si è tenuta sotto le stelle la due giorni della rassegna di cineconomia "Non con i miei soldi", a cura del Piccolo Osservatorio Garzia e in partnership con l'associazione Festival per la Legalità, per ripercorrere con spirito critico le motivazioni e gli effetti della tragica recessione economica iniziata esattamente dieci anni fa.

Due i documentari proiettati nel bellissimo Chiostro della S. Maria che, seppur con i loro tecnicismi, hanno catturato la paziente attenzione degli spettatori accorsi per informarsi. Tra il pubblico non solo adulti ma anche diversi giovani, i maggiori penalizzati da una crisi pesante che ha inciso notevolmente sulle loro chance lavorative.

Giovedì è stata la volta di "Inside Job", vincitore del premio Oscar come migliore documentario, che ha scandagliato le varie fasi del nefasto fenomeno. Uno stretto intreccio dei poteri forti, dettato dal fascino oscuro di una incontrastabile economia di Wall Street tra banche e poli assicurativi che hanno corrotto i maggiori politici statunitensi per la realizzazione di profitti sempre maggiori. Dalla deregolamentazione del mercato ai titoli subprime per inabissarsi nella bolla speculativa del mercato immobiliare. Tutti i vertici sapevano del disastro che ne sarebbe derivato eppure nessuno ha protetto i più deboli.

Emozionante performance di Michele Santeramo, attore e autore terlizzese di numerosi testi teatrali, che ha letto "Il discorso più bello del mondo" di Josè Mujica, prima della proiezione del film. Anziano presidente dell'Uruguay, Mujica ha deciso di devolvere in beneficenza il 90% del suo stipendio, rinunciando a una vita lussuosa per trascorrere la sua esistenza in una casa modesta di campagna dove alleva le galline. «Lo sviluppo non può andare contro la felicità. Deve essere a favore della felicità, della cura dei figli, delle amicizie perché questo è il tesoro più importante. Quando lottiamo per l'ambiente, il primo elemento dell'ambiente è la felicità umana».

Ieri, invece, è stata la volta di "Piigs", ovvero i "Paesi Maiali", un documentario italiano prodotto nel 2017 da Federico Greco, Adriano Cutraro e Mirko Melchiorre, incentrato sulla spinosa questione del ritorno alla sovranità monetaria. Contro ogni previsione, è stato apprezzato a livello italiano e non solo, tanto da rimanere in calendario per ben nove settimane nelle sale cinematografiche oltre che a essere acquistato dalla Rai. «È un film di sinistra, apartitico ma politico che punta a una politica economica a favore del welfare», commenta il regista Federico Greco, presente a Terlizzi, «Ricordatevi come stavano le cose prima con la Lira». Un documentario forte, controcorrente rispetto al sentire comune, che fotografa una realtà raccontata da personaggi di grande spessore come Noam Chomsky che biasima l'ingresso nell'Euro. Una critica alle scelte di austerity che non vanno bene in un periodo di crisi nonché un elogio della moneta statale corredato dalla responsabilità di ciascuno Stato di saper provvedere a se stesso.

«Il film non è nulla di rivoluzionario», ci tiene a precisare Greco, sebbene riconosca che il documentario non offra soluzioni e che la sovranità monetaria rappresenti «una condizione necessaria ma non sufficiente» per tornare a stare bene. Il dibattito post "Piigs" è stato arricchito anche dal contributo di Nello De Padova, autore del libro "Depiliamoci" e promotore della "decrescita felice". «Ciascuno di noi si deve liberare dalla ossessione del Pil. Bisogna demercificare parte delle attività e riconquistare spazi della economia per non dipendere dalla moneta».
  • economia
Altri contenuti a tema
Furti nelle campagne, l'allarme di 101 imprenditori Furti nelle campagne, l'allarme di 101 imprenditori "Situazione non più sostenibile che non ci permette più di lavorare"
Luce e gas, calo dei prezzi in bolletta a partire da luglio Luce e gas, calo dei prezzi in bolletta a partire da luglio Federconsumatori "Dato positivo per milioni di famiglie e per l'intera economia"
Exprivia, pronte misure di tutela del lavoro dopo la perdita della commessa Enel Exprivia, pronte misure di tutela del lavoro dopo la perdita della commessa Enel La precisazione in una nota ufficiale dell'azienda molfettese
La voce dei commercianti di Terlizzi si fa sentire: la crisi divaga nel paese e blocca l'economia La voce dei commercianti di Terlizzi si fa sentire: la crisi divaga nel paese e blocca l'economia "La gente teme di spendere e si rifugia nelle grandi catene e nei centri commerciali, sacrificando qualità e garanzia del servizio offerto"
© 2001-2018 TerlizziViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TerlizziViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.