Un'ambulanza del 118
Un'ambulanza del 118
Cronaca

Petardo gli esplode in mano a Terlizzi: ferito 11enne all'uscita da scuola

Il fatto è accaduto all'esterno del PalaFiori, il giovanissimo è stato soccorso da alcuni passanti. Indaga la Polizia Locale

Capodanno è passato, ma continuano gli incidenti gravi causati dai botti. E se nella notte di San Silvestro nessuno è rimasto ferito, a meno di un mese dall'ultimo dell'anno è toccato a un ragazzino finire in ospedale a causa di un petardo, forse una "cipolla", che gli è scoppiato in mano: per fortuna non è in pericolo di vita.

Il fatto è successo oggi a Terlizzi, in pieno centro: vittima un 11enne che abita nella città dei fiori, adesso ricoverato presso il Policlinico di Bari dopo essere stato aiutato dal vice comandante della Polizia Locale (il commissario Gaetano Barione) che, «accertatosi della gravità della situazione - ha scritto sulla propria pagina Facebook il sindaco Michelangelo De Chirico -, ha prestato il primo soccorso insieme ad un nostro concittadino passato per puro caso dal luogo dell'incidente».

L'episodio s'è verificato verso le ore 13.40. Stando a quanto emerso, il piccolo, dopo essere uscito da scuola - frequenta la prima classe dell'istituto secondario di primo grado al plesso Gesmundo di via Salamone - con alcuni suoi compagni, si è intrattenuto nell'area giochi esterna del PalaFiori. Sembrerebbe, il condizionale è d'obbligo, che il ragazzino abbia preso in mano un petardo e lo abbia acceso. Il rumore dello scoppio è stato forte, udito dai residenti della zona e dai passanti.

Il giovanissimo era sotto shock e perdeva sangue dalla mano destra quando è stato soccorso dal vice comandante che ha chiesto aiuto ad un automobilista di passaggio. «Entrambi hanno trasportato il piccolo all'ospedale più vicino (il pronto soccorso del don Tonino Bello di Molfetta), dove l'11enne è stato preso in cura dagli operatori sanitari» e trasferito al Policlinico di Bari dove si trova ricoverato per seguire l'evoluzione delle ustioni riportate nello scoppio del grosso petardo.

«Al bambino rivolgiamo gli auguri di pronta guarigione», ha detto ancora il sindaco. «Una lezione di altruismo e solidarietà umana, grazie alla quale è stato evitato il peggio - ha scritto ancora De Chirico -. Il servizio reso dal commissario e dal nostro concittadino deve diventare un esempio e un modello di autentico spirito di servizio e di civiltà. L'occasione è anche motivo di richiamo educativo contro l'utilizzo di petardi e fuochi pirotecnici da parte di minori e di persone non esperte».

Le indagini della Polizia Locale proseguono: resta da capire se il petardo fosse legale, ma visti gli effetti dell'esplosione gli investigatori pensano che si trattasse di un artificio vietato. C'è da scoprire, quindi, da chi il giovane, o chi per lui, l'avesse acquistato. È in questa direzione che adesso procederanno gli accertamenti.
  • Alunno ferito Terlizzi
  • petardo Terlizzi
Altri contenuti a tema
11enne ferito, De Chirico ringrazia i soccorritori e richiama a riflessione collettiva 11enne ferito, De Chirico ringrazia i soccorritori e richiama a riflessione collettiva Un post del sindaco per spiegare quanto accaduto questo pomeriggio, ringraziare i soccorritori e lanciare un monito
© 2001-2023 TerlizziViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TerlizziViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.