Annalisa Giacò
Annalisa Giacò

Saldi, bene nei negozi più costosi

Annalisa Giacò:«Buona la mentalità positiva di crescita dei giovani commercianti»

Tendenzialmente durante il periodo dei saldi, invernali o estivi che siano, i clienti preferiscono effettuare i loro acquisti presso quei negozi dove gli articoli costano tanto nel corso della stagione piena. Lo spiega a Terlizziviva Annalisa Giacò, responsabile cittadina di Confcommercio, che spiega così: «Gli sconti consentono di acquistare a un prezzo ridotto la merce degli esercizi più costosi, con la precisazione che quel prezzo ridotto rappresenta solitamente il budget di spesa del cliente nel negozio medio durante la stagione piena».

Per favorire la crescita del commercio terlizzese, l'invito è sempre lo stesso: quello di «spendere nel proprio paese». È necessario però che entrambe le parti, esercenti e consumatori, si mostrino disponibili gli uni nei confronti degli altri. Se, da un lato, i negozianti devono esser bravi a tenere i clienti a sé, instaurando con gli stessi un rapporto di fiducia basato sull'attenzione delle esigenze e sui consigli di acquisto, dall'altro lato i clienti devono essere veramente disposti a spendere nei negozi locali: «Spesso capita - osserva Giacò - che gli avventori si rechino nei negozi per provare il modello di abito o di paio di scarpe e poi, una volta scelti, li acquistino dalle piattaforme online».

Eppure, la soluzione che potrebbe risolvere gran parte dei problemi dei commercianti, sarebbe quella di lavorare di più a pieni prezzi, vale a dire ritardare l'inizio dei saldi. «La voce si deve alzare non dai singoli negozianti o dai piccoli gruppetti. Essa, piuttosto, deve essere corale e provenire dalle associazioni di categoria, dalle realtà più strettamente locali a quelle nazionali», precisa Annalisa che evidenzia come «Solo supportando un gruppo associativo consolidato si può diventare parte di una voce che ha il suo peso nelle trattative importanti».

Premiati, infine, i giovani commercianti che con tenacia e perseveranza stanno facendo fiorire le loro attività in uno dei periodi economici meno floridi:«Non avendo idea di cosa fosse il commercio pre-crisi, non possono fare un paragone tra un passato più ricco e un momento attuale infelice. Piuttosto, sono alimentati da una mentalità positiva di crescita che li sprona a dare sempre il meglio e ad arricchire il territorio con risultati ragguardevoli».
  • Confcommercio
Altri contenuti a tema
Chiusure e crisi abbigliamento e calzature: protesta Confcommercio Bari e Bat Chiusure e crisi abbigliamento e calzature: protesta Confcommercio Bari e Bat In Puglia il comparto risente anche della mancanza del turismo, oltre che dello stop al wedding
Emergenza sanitaria ed economica: «Nessuno si salva da solo» Emergenza sanitaria ed economica: «Nessuno si salva da solo» Intervento del direttore della Confcommercio di Bari-Bat, Leo Carriera, alla vigilia delle festività natalizie nell’anno del Covid-19
1 “Compro sotto casa", al via la campagna della Confcommercio “Compro sotto casa", al via la campagna della Confcommercio Per sostenere, anche in vista del Natale, gli acquisti nei negozi di vicinato e aiutare così le attività che tengono vive le città
I saldi partiranno dal 1° agosto 2020 I saldi partiranno dal 1° agosto 2020 Lo conferma una nota di Confcommercio Bari e Bat
Le proposte di commercio ed artigianato al Sindaco di Terlizzi Le proposte di commercio ed artigianato al Sindaco di Terlizzi Gemmato: «Congiuntura drammatica, valuteremo risposte»
1 "Diamoci una mano": la campagna per sostenere le attività commerciali di Terlizzi "Diamoci una mano": la campagna per sostenere le attività commerciali di Terlizzi L'iniziativa è promossa da Pubblimedia e condivisa da Confcommercio, Confesercenti, Confartigianato e CLAAI
Riapertura bar e ristoranti il 18 maggio, FIPE-Confcommercio Terlizzi aderisce alla petizione Riapertura bar e ristoranti il 18 maggio, FIPE-Confcommercio Terlizzi aderisce alla petizione Annalisa Giacò: «Tutte le associazioni territoriali si muovono all'unisono per supportare gli associati»
Confcommercio: «Con "Fase 2" danni incalcolabili alle imprese» Confcommercio: «Con "Fase 2" danni incalcolabili alle imprese» Sangalli chiede un confronto urgente col Premier Conte per anticipare i tempi di riapertura delle attività
© 2001-2021 TerlizziViva è un portale gestito da InnovaNews srl. Partita iva 08059640725. Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Trani. Tutti i diritti riservati.
TerlizziViva funziona grazie ai messaggi pubblicitari che stai bloccandoPer mantenere questo sito gratuito ti chiediamo disattivare il tuo AdBlock. Grazie.